Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Guffanti Concept lancia il progetto per il mercato europeo

Guffanti Concept lancia il progetto per il mercato europeo

La piattaforma strategica per la distribuzione da quest'anno distribuirà anche nuovi brand australiani

di Flavia Cruciani

ROMA - Un progetto commerciale per il mercato europeo che vedrà nel corso del 2019 la nascita di una divisione dedicata, l'acquisizione di nuovi brand internazionali e l'ulteriore potenziamento delle sedi in Italia: si chiude con questi tre risultati molto significativi per la crescita del gruppo il 2018 di Guffanti Concept, la piattaforma strategica per la distribuzione del fashion capace di supportare i brand della moda donna, sposa e bambino nella fase di produzione, comunicazione e crescita nei mercati in Italia e all’estero.

IL FATTURATO - Con più di 10 milioni di euro di fatturato generato nel 2018 e più di 17 milioni di giro di affari, e un'incidenza del mercato internazionale superiore al 40%, l'azienda, grazie anche ad un team multiculturale di più di 40 persone tra italiani, russi, cinesi, coreani e arabi, è stata capace di innovare il mondo della distribuzione internazionale del fashion collocandosi come partner strategico delle aziende a monte, e non a valle, delle scelte. Lo showroom, fondato a Milano nel 1989, ha come principali mercati di distribuzione di brand italiani e internazionali: Italia, ex Urss, Great China, Corea e Middle East.

IL COMMENTO - «E' stato un anno importante. - dichiara il direttore commerciale di Guffanti Concept Alessandra Guffanti - Dopo il grande lavoro fatto in Asia e nei paesi arabi abbiamo scelto di puntare anche sull'Europa con una divisione dedicata, ed i riscontri che stiamo avendo dai principali player del retail ci stanno premiando. Lo abbiamo fatto valorizzando appieno anche due nostri punti di forza. Il primo è la capacità di scovare e portare sui mercati brand emergenti. Oggi il nostro lavoro di ricerca ci ha portati ad aggiungere anche brand australiani ai tanti brand del Made in Italy e di stilisti dell'Est Europa, russi ed asiatici.  Un lavoro che ci ha visto parallelamente acquisire la rappresentanza per il mercato dell'Ex Urss della linea donna di un importante brand italiano come Aspesi. Il secondo punto di forza è la presenza capillare sul territorio nazionale attraverso i nostri uffici di rappresentanza.  Dai primi giorni del 2019 alle sedi di Milano, Napoli, Roma, Palermo e Padova si aggiungerà la sede di Bari, che abbiamo voluto in un luogo strategico anche per la logistica come il Baricentro,  l'area dedicata al fashion con la presenza degli show-room piu’ importanti che servono la dorsale adriatica e il Sud Italia».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati