Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Motori

Honda avanza nella sua “Visione Elettrica”

Honda avanza nella sua “Visione Elettrica”

In Europa svela il nome della City Car elettrica e conferma il propulsore ibrido anche sulla nuova Jazz

di Valerio Cruciani

ROMA - Confermata la “Visione elettrica” di Honda: entro il 2025 verranno commercializzate in Europa solo auto dotate di propulsori alternativi. La Casa giapponese rende ancora più green la sua “Visione elettrica” per il mercato europeo, confermando il nome della sua prima City Car completamente elettrica – si chiamerà Honda e – e annunciando che la nuova Jazz sarà equipaggiata con la tecnologia ibrida di ultima generazione i-MMD (Intelligent Multi-Mode Drive).

L’ELETTRICA - La Visione Elettrica di Honda, riaffermata al Salone di Ginevra dello scorso marzo, punta alla commercializzazione in Europa, entro il 2025, di auto dotate esclusivamente di propulsori alternativi. Honda e, presentata come prototipo a Ginevra, è il primo modello della Casa a sfruttare una piattaforma EV dedicata, ed è caratterizzata da un design esclusivo ed una tecnologia di ultima generazione. La nuova City Car offrirà un ricco livello di dotazioni e si contraddistinguerà per la guida sportiva, la trazione posteriore e il propulsore elettrico avanzato.

LA TECNOLOGIA - La tecnologia ibrida i-MMD, che sarà disponibile sulla Jazz di nuova generazione, ha debuttato in anteprima europea, lo scorso febbraio, sul nuovo CR-V Hybrid. Il consenso e l’apprezzamento ricevuti sono stati entusiastici, grazie alle prestazioni efficienti e ai consumi ridotti. L’intenzione di Honda, entro il 2025, sarà quella di estendere l’ibrido i-MMD anche alle auto dei segmenti più piccoli.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati