Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

I mari sono più puliti da quando è iniziato il lockdown

I mari sono più puliti da quando è iniziato il lockdown

Sono questi i primi risultati del monitoraggio su 457 stazioni di prelievo. Costa: “manteniamoli”

di Silvia de Mari

ROMA - Grazie al lockdown i nostri mari sono più puliti. Se i più scettici credono che la quarantena non ci abbia lasciato nulla di positivo, ecco un modo per ricredersi. Il blocco di molte attività produttive, infatti, ha fatto crollare i riversamenti di sostanze di scarto nei mari, facendo in modo che questi fossero più puliti. Esemplare fu l’esempio di Venezia, che vide i suoi canali schiarirsi proprio a poche settimane dall’inizio del lockdown, prova che la natura è pronta a rigenerarsi quando l’uomo non la inquina. I dati raccolti sono stati forniti dal primo quadro che emerge dal monitoraggio straordinario effettuato dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa) e dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto su 457 stazioni di prelievo. "Il nostro impegno ora è fare sì che questi standard di qualità siano mantenuti", ha detto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati