Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

I negoziatori del QFP del Parlamento europeo sono rimasti delusi

I negoziatori del QFP del Parlamento europeo sono rimasti delusi

Non possiamo permetterci un approccio contabile ristretto con una completa mancanza di visione politica

di Giacomo Zito

BRUXELLES - «Non possiamo permetterci un approccio contabile ristretto con una completa mancanza di visione politica», afferma la squadra negoziale del PE per il bilancio a lungo termine dell'UE e la riforma delle risorse proprie.

IL COMMENTO - «La proposta del presidente del Consiglio europeo Charles Michel era chiaramente priva di ambizione e coerenza e invitiamo i capi di Stato o di governo a proseguire le discussioni al fine di trovare un buon accordo. Non possiamo permetterci un approccio contabile ristretto con una completa mancanza di visione politica. Ciò è del tutto in linea con le grandi sfide di oggi e di domani che richiedono forti impegni di bilancio per soddisfare le ambizioni dell'Unione, in particolare nel guidare la lotta ai cambiamenti climatici, garantendo la transizione digitale ed essere più forti sulla scena internazionale. È ancora tempo che il presidente Michel torni al tavolo da disegno e cerchi un compromesso vantaggioso sulla base di ciò che concordiamo di raggiungere insieme per un'Europa più forte; non un compromesso perdente sulla base del minimo comune denominatore. Prevediamo che gli Stati membri superino lo stallo delle risorse proprie. Le modifiche proposte non sono sufficienti per il Parlamento, che ricorda che non darà il proprio consenso al quadro finanziario pluriennale (QFP) senza una riforma soddisfacente. Incoraggiamo gli Stati membri a non mettere da parte questo problema e a compiere progressi reali. Abbiamo bisogno di un paniere di nuove risorse proprie e di un impegno vincolante per introdurre nuove fonti di entrate nel corso del prossimo QFP».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Fake news, il virus del XXI secolo 30 marzo 2020 10:01

Fake news, il virus del XXI secolo

Social, chat, immagini, testi e siti internet: sempre più notizie false intasano la nostra quotidianità

ROMA - «Una falsa notizia è solo apparentemente fortuita, o meglio, tutto ciò che vi è di fortuito è l'incidente iniziale che fa scattare l'immaginazione; ma...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus: il Governo sta agendo bene?

Risultati