Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

I primi due libri contenuti nel Manoscritto n. 108 del Fondo Marsigli

I primi due libri contenuti nel Manoscritto n. 108 del Fondo Marsigli

Parte da Padova una ricerca che ha portato alla luce un

di Giordano D'Angelo

PADOVA - La storia ha ancora tante pagine da raccontare. Parte da Padova una ricerca che ha portato alla luce un inedito – i primi due libri contenuti nel Manoscritto n. 108 del Fondo Marsigli – unendo in un percorso storico Venezia, la Romania e all’Impero Asburgico.Grazie alle ricerche del Professore Antonio Guardavaglia (insegnante alla Scuola secondaria Giovanni Pascoli) una fotografia geografica, militare, civile e religiosa di una nazione - la Romania del tempo - luogo strategico per l’equilibrio economico e politico ma anche antemurale della cristianità europea.

L’USCITA - Uscirà nel 2020 il libro firmato da Antonio Guardavaglia, con successiva traduzione in rumeno e inglese dal titolo “La Dacia Ripense e la Dacia Mediterranea nella Descrittione delle Misie, Dacie e Illirico (1698) di Luigi Ferdinando Marsigli (1658-1730)”, edito dal “Centro di Studi Transilvani“ che verrà presentato sia a Venezia, all’Istituto Romeno di cultura e ricerca umanistica Nicolae Iorga che all’Università di Cluj-Napoca. Al centro della ricerca di Guardavaglia c’è Luigi Ferdinando Marsigli (1658-1730), nobile bolognese, personaggio chiave per la Serenissima di Venezia, al centro delle dinamiche storiche dell’epoca. Guardavaglia ha il merito di aver recuperato testi, mappe e opere dimenticate negli archivi dell’Università di Bologna. Un’analisi storica coadiuvata da una sezione di importanti acquerelli d’epoca.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati