Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

I viaggi spaccano l’Italia in due: metà avventurieri, metà abitudinari

Secondo la ricerca condotta da Top Doctors, in vacanza il 47% delle persone vuole restare all’interno della propria comfort zone

di Giordano D'Angelo

MILANO – Italiani, per secolare tradizione popolo di navigatori ed esploratori… oggi solo a metà. Quando si parla di vacanze, infatti, ci dividiamo quasi equamente in due fazioni: chi, per ricaricare le batterie, ha bisogno di restare all’interno della propria confort zone, tornando sempre negli stessi luoghi, e chi, invece, sente il bisogno di partire alla conquista del mondo.

LA RICERCA - Secondo una ricerca condotta da Top Doctors  la piattaforma online che seleziona e mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori medici specialisti di tutto il mondo, infatti, il 47% degli interpellati si riconosce nella frase “stessa spiaggia, stesso mare”, poiché tende a tornare spesso o comunque abbastanza spesso nelle stesse località. Il restante 53%, invece, al contrario, cambia sempre meta, partendo ogni estate verso nuove terre.

I DATI - Un italiano su due vuole principalmente viaggiare e visitare, mentre il 40% rilassarsi e ricaricare le batterie. A questi si aggiunge un 10% amante della movida, che parte semplicemente in cerca di divertimento.  Un altro aspetto interessante di come ci si approccia alle vacanze, è sicuramente quando si prenota: il 20% di indecisi prenota pochi giorni o addirittura ore prima della partenza, magari con la speranza di offerte last minute. Ma c’è anche chi vive la prenotazione del viaggio come l’inizio della vacanza, e vuole godersela il più a lungo possibile: il 14% ferma tutto il mese prima e, addirittura, il restante 66% dai tre ai sei o addirittura oltre i sei mesi prima.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati