Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Tecnologia

Il 16% degli italiani usa buoni pasto: ecco come ottimizzarne l'uso

Il 16% degli italiani usa buoni pasto: ecco come ottimizzarne l'uso

iPasto permette di avere sul proprio telefono un perfetto promemoria e una guida vera e propria

di Valerio Cruciani

MILANO - Il 16% dei lavoratori in Italia fa uso ogni giorno dei ticket, forniti come fringe benefit dall’azienda in cui operano. Spesso però capita di dimenticare quanti ne sono stati accumulati, quanti si possono ancora utilizzare o, peggio, si perde l’occasione di sfruttarli non rispettando tutte le regole legate agli orari di lavoro.

BUONI PASTO - Una esigenza, quella di tenere traccia dei propri buoni pasto, che può essere risolta anche grazie all'aiuto delle nuove tecnologie. A mettersi in evidenza nel settore l'App di iPasto, che aiuta a tenere traccia degli orari di lavoro e dei buoni pasto accumulati: un 'must have' per i lavoratori dipendenti.

PROMEMORIA - iPasto permette, infatti, di avere sul proprio telefono un perfetto promemoria e una guida vera e propria per ottimizzare l’ottenimento dei buoni pasto. Iniziare ad utilizzare l’App è semplicissimo: dopo averla scaricata dal Play Store o dall' Apple Store basta passare alla configurazione, andando a inserire le regole e gli orari aziendali.

ENTI E PMI - Alcuni enti e PMI hanno fornito già tutte le informazioni del caso, e sono quindi già presenti nel database: basta fare una ricerca all’interno dell’applicazione e la sincronizzazione avviene in automatico. Una volta impostati tutti i dati, iPasto ti permette di inserire ogni giorno i tuoi orari di entrata e uscita dal posto di lavoro e di controllare le statistiche, il calendario mensile ma soprattutto il numero di buoni pasto maturati.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati