Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Scienze

Il 40% delle specie di piante sulla terraferma a rischio per i cambiamenti climatici

A rischio la biodiversità mondiale per l’attività umana

di Claudio Carassiti

ROMA - Numeri da emergenza. Circa il 40% delle specie di piante sulla terraferma è a rischio estinzione per il riscaldamento climatico. Lo indica lo studio condotto dal gruppo dell'Università americana dell'Arizona, coordinato da Brian Enquist e pubblicato sul numero speciale della rivista Science Advances per la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima 2019, la Cop25.

LE PIANTE - Si tratta di specie di piante abituate a climi stabili e quindi più vulnerabili agli effetti dei cambiamenti climatici. Secondo Enquist, «Quando parliamo di biodiversità globale non abbiamo in realtà una percezione esatta del numero di specie di piante della terraferma, ma solo una buona approssimazione».

LO STUDIO - Per effettuare la ricerca ci sono voluti 10 anni di catalogazione delle specie vegetali che vivono sulla terraferma. Così un gruppo di 35 ricercatori è riuscito a condurre 20 milioni di osservazioni dalle quali ha dedotto che sulla terraferma esistono circa 435.000 specie di piante. «Molte di queste piante - ha concluso il ricercatore - sono adesso minacciate dalle attività umane, come l'agricoltura, lo sviluppo delle città e il consumo di suolo».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati