Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Il Comune di Torrita di Siena aderisce al Plastic Free Challeng

Il Comune di Torrita di Siena aderisce al Plastic Free Challeng

In campo iniziative che favoriranno comportamenti atti a limitare l’uso delle bottiglie di plastica usa e getta

di Valerio Cruciani

SIENA - La tutela dell'ambiente e degli ecosistemi naturali e del patrimonio culturale deve essere garantita da tutti gli enti pubblici e privati e dalle persone fisiche e giuridiche pubbliche o private, mediante una adeguata azione che sia informata ai principi della precauzione, dell'azione preventiva, della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente, nonché al principio "chi inquina paga" che, ai sensi dell'articolo 174, comma 2, del Trattato delle unioni europee, regolano la politica della comunità in materia ambientale.

IL CONSIGLIO - Il Consiglio comunale ha approvato la mozione presentata dal capogruppo di maggioranza Andrea Saletti per il “Plastic free”. Il documento impegna Sindaco e Giunta ad aderire all'iniziativa “Plastic Free Challenge” promossa dal Ministro dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, che prevede lo sviluppo di una campagna comunicativa pubblica atta a favorire tra i cittadini comportamenti “plastic-free”, sia quando acquistano che quando consumano. Tra le azioni favorevoli a ridurre l’uso delle plastiche è previsto il coinvolgimento delle associazioni di volontariato per iniziative aventi valore pubblicistico, come ad esempio l’organizzazione di giornate straordinarie di pulizia di parchi, aree verdi, sponde di fiumi, torrenti, canali. Presso le scuole e nei locali pubblici saranno installati erogatori di acqua al fine di ridurre l’uso di bottiglie. Al tempo stesso saranno acquistate e distribuite borracce a tutti i dipendenti comunali e nelle scuole. L’obiettivo è quello di evitare il più possibile che sul territorio comunale vengano utilizzate bottiglie di plastica usa e getta. Per favorire ciò verrà fatta leva sul “vuoto a rendere” quale metodo di acquisto di bevande da parte dei privati. Allo stesso tempo gli acquisti pubblici saranno “green”, cioè guidati dalla necessità di sostituire l’uso della plastica con materiale a minor impatto ambientale.

IL COMMENTO - La possibilità oggi offerta dai sistemi di raccolta differenziata per il riciclo dei materiali plastici non può certamente rappresentare un alibi per continuare a produrre e consumare quantitativi esorbitanti di plastica. «Il livello di sensibilizzazione verso i temi ecologici è sicuramente alto per i Torritesi – ha dichiarato Andrea Saletti – ma ora con questo documento approvato l’Amministrazione comunale sarà impegnata a fare un ulteriore salto di qualità».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati