Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Il CONI intitola la sala della Corte d’Appello al Prefetto Mario Esposito

Il CONI intitola la sala della Corte d’Appello al Prefetto Mario Esposito

A fare gli onori di casa il Presidente della FIDS Michele Barbone che ha espresso parole di grandissimo apprezzamento

di Giordano D'Angelo

ROMA - «Un uomo dalla grande vivacità culturale e dall’alto senso dello Stato». Con queste parole Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha inaugurato la Sala della corte d’appello della FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva) intitolata al Prefetto della Repubblica Mario Esposito.

IL COMMENTO - A fare gli onori di casa il Presidente della FIDS Michele Barbone che ha espresso parole di grandissimo apprezzamento per l’opera svolta dal Prefetto Esposito in seno alla Federazione: «Creare le condizioni migliori possibili, affinché gli atleti e i tecnici possano esprimere al massimo le loro competenze e qualità sportive. Puntiamo alla crescita della FIDS come federazione sportiva, investiamo sulla qualità del nostro futuro attraverso la formazione. Il Prefetto Esposito è stata la prima persona che ho incontrato al mio insediamento e ha collaborato in maniera valida alla missione del nostro progetto».

ESPOSITO - Il Prefetto Mario Esposito è stato ai vertici della Polizia di Stato, ricoprendo ruoli di grande responsabilità a Palazzo Chigi, alla Polaria di Fiumicino e alla Scuola Superiore di Polizia di Stato di cui è stato il direttore più longevo e di cui ha contribuito fortemente al processo di riforma (dall’antica Accademia di Polizia,  passando per l’Istituto fino alla odierna Scuola della Polizia di Stato).

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati