Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Il Festival della Salute Globale dal 9 al 15 novembre 2020 è on line

Il Festival della Salute Globale dal 9 al 15 novembre 2020 è on line

Focus su Covid-19, economia e ambiente, emergenze sanitarie acuite dalla pandemia

di Maria Chiara Fantauzzi

PADOVA - Si svolgerà dal 9 al 15 novembre 2020, in modalità online sul sito www.festivalsaluteglobale.it, Global Health, il Festival della Salute Globale. Previsto inizialmente dal 2 al 5 aprile, poi spostato a seguito dell’emergenza pandemica da Covid-19, sarà un’occasione anche per fare il punto sull’attuale situazione sanitaria globale, nonché sulle ripercussioni della stessa su tutto l’ambito sanitario, sociale, economico e culturale.

IL PROGRAMMA - In questa seconda edizione del Festival, annunciata oggi nel corso della Conferenza stampa di lancio, organizzata dagli Editori Laterza, si parlerà molto di Covid-19, ma si opererà una riflessione approfondita sul tema della salute globale nei prossimi dieci anni, messa in luce drammaticamente dalla pandemia da coronavirus. Si affronteranno i temi della sostenibilità, dell’innovazione, delle partnership pubblico-private, di comunicazione scientifica, e di tutte quelle azioni concrete, basate sulla ricerca, adottate come misure precauzionali per far fronte adeguatamente a potenziali disastri. Si parlerà quindi di globalizzazione come fondamentale promotore di sviluppo ma anche come potenziale rischio per la diffusione di malattie infettive, malattie croniche e danni ambientali.

IL COMMENTO - “Abbiamo gli strumenti per poter agire – spiega Walter Ricciardi direttore scientifico del Festival - ma è importante non sottovalutare i rischi e le vulnerabilità, dalle pandemie influenzali all’antibiotico-resistenza, dal cambiamento climatico, alle popolazioni vulnerabili e al mancato accesso alle cure. Dobbiamo utilizzare le risorse che abbiamo a disposizione, rendere accessibili i farmaci ed i servizi sanitari di base per tutti, continuare nella ricerca di nuovi farmaci e vaccini, magari incentivando efficaci partnership pubblico-private, contrastare le disuguaglianze e lottare contro i cambiamenti climatici. Vanno rafforzati i nostri sistemi sanitari - prosegue il Consulente del Ministro della Salute Roberto Speranza - per essere pronti ad affrontare le prossime emergenze. Vanno consolidate le nostre politiche economiche e sociali per far fronte alle possibili conseguenze, e vanno potenziate la nostra consapevolezza e la coscienza civica per lavorare insieme".

IDEATORI E PARTNER - Il Festival della Salute Globale è ideato e progettato dagli Editori Laterza, in collaborazione con il Comune e l’Università di Padova, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Padova e della Camera di Commercio di Padova. Partner della manifestazione, la ONG Medici con l’Africa CUAMM. La Direzione scientifica è curata dal Prof. Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene e Medicina Preventiva all’Università Cattolica, e dal Prof. Stefano Vella, già Presidente dell'AIFA e Direttore del Centro per la Salute Globale dell’Istituto Superiore di Sanità e attualmente docente di Salute Globale, Facoltà dell'Università Cattolica.

MAIN SPONSOR - Main sponsor dell’iniziativa sono Abbvie, Fidia Farmaceutici, Fondazione MSD, Gilead, Intesa Sanpaolo, Roche e Sanofi. Sponsor è ViiV Healthcare. Si ringraziano anche Astrazeneca, Bayer, Bristol Meyers Squibb, Daiichi Sankyo, Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata VIMM, l’Associazione Fuori dall’Ombra, IQVIA e Museo di Storia della Medicina di Padova. Il Festival è stato possibile anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e al supporto di Promex – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Padova.

INCONTRI E INIZIATIVE - Tra le decine di iniziative, realizzate sin dalla scorsa primavera e assai apprezzate anche dal popolo della Rete, in programma ora nella sezione "Visioni" dal 9 novembre, gli incontri con Mark Dybul a colloquio con il condirettore del Festival Stefano Vella (9 novembre ore 15), Sir Andy Haines intervistato da Mariella Venditti volto del Tg3 (9 novembre ore 18), Enrico Giovannini a colloquio con Giuseppe Laterza sulla sostenibilità della Salute Globale (9 novembre ore 16), Richard Horton sulla catastrofe e i malfunzionamenti durante il Covid-19 (13 novembre ore 15), il gradito ritorno di Jeffrey Sachs (13 novembre ore 16.30), poi Peter Doherty a sottolineare il rapporto tra salute umana, animale e ambientale (14 novembre ore 10), Mariana Mazzuccato sul tratto economico del Post-Covid, un'analisi degli impatti e delle strategie intraprese (14 novembre ore 16), e finale con Anton Pozniak sul virus dell'AIDS (15 novembre ore 11), con il Prof. Vella intervistato a seguire da Federico Mereta sulle epidemie della storia e quelle che verranno (15 novembre ore 18). "La nostra civiltà dipende dalla salute umana, dall'ambiente e dalla gestione oculata delle risorse naturali. Inquinamento, cambiamento climatico, declino della biodiversità, impatto sulla produzione alimentare, incremento delle patologie vettoriali, migrazioni. Siamo in pericolo" - conclude Walter Ricciardi nell'ultimo dei "Dialoghi" assieme a Giuseppe Remuzzi a chiusura del Festival il 15 novembre alle 20.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Vaccino anti-Covid: ti immunizzerai quando il vaccino sarà disponibile per tutti?

Risultati