Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Il Festival della Salute Globale dal 9 al 15 novembre 2020 è on line

Il Festival della Salute Globale dal 9 al 15 novembre 2020 è on line

Focus su Covid-19, economia e ambiente, emergenze sanitarie acuite dalla pandemia

di Maria Chiara Fantauzzi

PADOVA - Si svolgerà dal 9 al 15 novembre 2020, in modalità online sul sito www.festivalsaluteglobale.it, Global Health, il Festival della Salute Globale. Previsto inizialmente dal 2 al 5 aprile, poi spostato a seguito dell’emergenza pandemica da Covid-19, sarà un’occasione anche per fare il punto sull’attuale situazione sanitaria globale, nonché sulle ripercussioni della stessa su tutto l’ambito sanitario, sociale, economico e culturale.

IL PROGRAMMA - In questa seconda edizione del Festival, annunciata oggi nel corso della Conferenza stampa di lancio, organizzata dagli Editori Laterza, si parlerà molto di Covid-19, ma si opererà una riflessione approfondita sul tema della salute globale nei prossimi dieci anni, messa in luce drammaticamente dalla pandemia da coronavirus. Si affronteranno i temi della sostenibilità, dell’innovazione, delle partnership pubblico-private, di comunicazione scientifica, e di tutte quelle azioni concrete, basate sulla ricerca, adottate come misure precauzionali per far fronte adeguatamente a potenziali disastri. Si parlerà quindi di globalizzazione come fondamentale promotore di sviluppo ma anche come potenziale rischio per la diffusione di malattie infettive, malattie croniche e danni ambientali.

IL COMMENTO - “Abbiamo gli strumenti per poter agire – spiega Walter Ricciardi direttore scientifico del Festival - ma è importante non sottovalutare i rischi e le vulnerabilità, dalle pandemie influenzali all’antibiotico-resistenza, dal cambiamento climatico, alle popolazioni vulnerabili e al mancato accesso alle cure. Dobbiamo utilizzare le risorse che abbiamo a disposizione, rendere accessibili i farmaci ed i servizi sanitari di base per tutti, continuare nella ricerca di nuovi farmaci e vaccini, magari incentivando efficaci partnership pubblico-private, contrastare le disuguaglianze e lottare contro i cambiamenti climatici. Vanno rafforzati i nostri sistemi sanitari - prosegue il Consulente del Ministro della Salute Roberto Speranza - per essere pronti ad affrontare le prossime emergenze. Vanno consolidate le nostre politiche economiche e sociali per far fronte alle possibili conseguenze, e vanno potenziate la nostra consapevolezza e la coscienza civica per lavorare insieme".

IDEATORI E PARTNER - Il Festival della Salute Globale è ideato e progettato dagli Editori Laterza, in collaborazione con il Comune e l’Università di Padova, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Padova e della Camera di Commercio di Padova. Partner della manifestazione, la ONG Medici con l’Africa CUAMM. La Direzione scientifica è curata dal Prof. Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene e Medicina Preventiva all’Università Cattolica, e dal Prof. Stefano Vella, già Presidente dell'AIFA e Direttore del Centro per la Salute Globale dell’Istituto Superiore di Sanità e attualmente docente di Salute Globale, Facoltà dell'Università Cattolica.

MAIN SPONSOR - Main sponsor dell’iniziativa sono Abbvie, Fidia Farmaceutici, Fondazione MSD, Gilead, Intesa Sanpaolo, Roche e Sanofi. Sponsor è ViiV Healthcare. Si ringraziano anche Astrazeneca, Bayer, Bristol Meyers Squibb, Daiichi Sankyo, Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata VIMM, l’Associazione Fuori dall’Ombra, IQVIA e Museo di Storia della Medicina di Padova. Il Festival è stato possibile anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e al supporto di Promex – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Padova.

INCONTRI E INIZIATIVE - Tra le decine di iniziative, realizzate sin dalla scorsa primavera e assai apprezzate anche dal popolo della Rete, in programma ora nella sezione "Visioni" dal 9 novembre, gli incontri con Mark Dybul a colloquio con il condirettore del Festival Stefano Vella (9 novembre ore 15), Sir Andy Haines intervistato da Mariella Venditti volto del Tg3 (9 novembre ore 18), Enrico Giovannini a colloquio con Giuseppe Laterza sulla sostenibilità della Salute Globale (9 novembre ore 16), Richard Horton sulla catastrofe e i malfunzionamenti durante il Covid-19 (13 novembre ore 15), il gradito ritorno di Jeffrey Sachs (13 novembre ore 16.30), poi Peter Doherty a sottolineare il rapporto tra salute umana, animale e ambientale (14 novembre ore 10), Mariana Mazzuccato sul tratto economico del Post-Covid, un'analisi degli impatti e delle strategie intraprese (14 novembre ore 16), e finale con Anton Pozniak sul virus dell'AIDS (15 novembre ore 11), con il Prof. Vella intervistato a seguire da Federico Mereta sulle epidemie della storia e quelle che verranno (15 novembre ore 18). "La nostra civiltà dipende dalla salute umana, dall'ambiente e dalla gestione oculata delle risorse naturali. Inquinamento, cambiamento climatico, declino della biodiversità, impatto sulla produzione alimentare, incremento delle patologie vettoriali, migrazioni. Siamo in pericolo" - conclude Walter Ricciardi nell'ultimo dei "Dialoghi" assieme a Giuseppe Remuzzi a chiusura del Festival il 15 novembre alle 20.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Governo Draghi, c’è la fiducia del Parlamento: è la scelta giusta?

Risultati