Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

Il PE chiede un rafforzamento degli impegni climatici dell'UE

Il PE chiede un rafforzamento degli impegni climatici dell'UE

L'impatto di un aumento di 2 ° C porterebbe conseguenze profonde e probabilmente irreversibili

di Giulio Calenne

BRUXELLES - Tutte le politiche dell'UE dovrebbero essere strettamente allineate con gli obiettivi a lungo termine dell'Accordo di Parigi, ha affermato il Parlamento giovedì. I deputati sottolineano che gli attuali impegni assunti dai partiti della convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) «limiterebbero il riscaldamento globale solo ad un aumento della temperatura di circa 3,2 ° C e non si avvicinerebbero nemmeno ai 2 ° C», in una risoluzione sulla conferenza COP24 sui cambiamenti climatici a Katowice, adottata con 239 voti favorevoli, 145 contrari e 23 astensioni.

L’IMPATTO - Ritengono che l'impatto di un aumento di 2 ° C nelle temperature globali sarebbe profondo e molto probabilmente irreversibile, ma potrebbe essere evitato perseguendo l'obiettivo di 1,5 ° C. Le soluzioni tecnologiche necessarie sono disponibili e diventano sempre più competitive. Tutte le politiche dell'UE dovrebbero essere strettamente allineate con gli obiettivi a lungo termine dell'Accordo di Parigi, dicono.

L’ACCORDO - I deputati dicono che mentre l'accordo raggiunto tra Parlamento e Consiglio per aumentare gli obiettivi per le energie rinnovabili e l'efficienza energetica comporterà una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) superiore al 45% entro il 2030, l'UE dovrebbe puntare a una riduzione delle 55% entro il 2030. I deputati si rammaricano del fatto che nei paesi non UE il dibattito sull'aumento dei loro contributi sia appena iniziato.

RIDURRE LE EMISSIONI - I deputati chiedono inoltre alla Commissione europea e agli Stati membri di preparare contributi per ridurre le emissioni di gas serra entro il 2020, da presentare allo stock precedente al 2020 al COP24. Se altre grandi economie non riuscissero a prendere impegni analoghi, sarebbe necessario mantenere le disposizioni sulla rilocalizzazione delle emissioni di carbonio, al fine di garantire la competitività globale dell'industria europea, affermano i deputati.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati