Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Il progetto e le forme di un cinema politico: Il cinema dei movimenti

Il progetto e le forme di un cinema politico: Il cinema dei movimenti

Rassegna cinematografica e incontri previsti per mercoledì 9 e giovedì 10 dicembre

di Silvia de Mari

ROMA - Entra nel vivo la manifestazione IL CINEMA DEI MOVIMENTI, quarta edizione del "progetto e le forme di un cinema politico" organizzato dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e Fondazione Gramsci in collaborazione con Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, Casa del Cinema di Roma, Istituto Luce Cinecittà, Sapienza Università di Roma e Università Roma Tre.

L'OBIETTIVO - La manifestazione ha l'obiettivo di provare ad esaminare la portata e il significato di tutti quei quei momenti collettivi a carattere politico-sociale (i movimenti per la pace e i movimenti ambientalisti, Genova G8, “i girotondi”, il movimento delle donne, fino all'attuale movimento Fridays for future, per l'ambiente e per la salvezza del pianeta) che nel corso degli ultimi decenni hanno coinvolto migliaia di persone e, parallelamente, evidenziare il protagonismo di nuovi soggetti della comunicazione, dell’informazione e del cinema nel suo complesso.

I MOVIMENTI - Nell'individuazione dei movimenti sono stati presi in considerazione quelli che hanno manifestato una loro intenzione di raccontarsi in modo alternativo rispetto alle narrazioni dei media ufficiali. Lo sguardo della rassegna è concentrato essenzialmente sull'Italia, ma ricordando anche alcuni significativi riferimenti internazionali, come la protesta a Seattle con il famoso film di Stuart Townsend La battaglia di Seattle (Nessuno li può fermare), le primavere arabe, il World Social Forum di Porto Alegre e di Firenze.

GENOVA E G8 - In particolare, il movimento che esplose a Genova durante il G8 sarà studiato come momento fondamentale di una nuova presa di coscienza di masse giovanili e, contestualmente, della transazione tra la pellicola e le nuove tecnologie audiovisive portatili e dunque più in generale, tra tecnica e politica nell'epoca dell'immagine digitalizzata.

IL CINEMA DEI MOVIMENTI - Il cinema dei movimenti avrà luogo mercoledì 9 e giovedì 10 dicembre, in diretta streaming a partire dalle ore 15:00, sul canale YouTube dell'AAMOD e sulla pagina FB ufficiale di AAMOD e Fondazione Gramsci: in tale ambito, è stato selezionato un numero limitato di film – fiction e documentari - particolarmente emblematico, che ha offerto la possibilità di costruire intorno ad ognuno, un'occasione di confronto e di riflessione.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati