Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

Il Teatro Non Deve Morire, parola di Taffo Funeral Services

Il Teatro Non Deve Morire, parola di Taffo Funeral Services

«Basta col teatro, non gliene frega niente a nessuno. Devo reinventarmi. Ho pensato a cosa potrei fare, cavalchiamo l'onda: le pompe funebri!»

di Silvia de Mari

ROMA - Oltre 170.000 visualizzazioni in due giorni, più di 5000 like e circa  2000 condivisioni che hanno reso virale il post di Taffo Funeral Services, dedicato al teatro e ai lavoratori dello spettacolo. È l'ultima trovata social-mediatica dell'agenzia funebre di Roma, ormai nota per la sua capacità di commentare la società con un black humor che in rete ha fatto e continua a fare scuola, tanto da raccogliere centinaia di migliaia di consensi e condivisioni.

IL SUCCESSO - Il grande successo ottenuto dall'agenzia funebre più divertente del Paese, ha portato anche alla nascita di emulatori, appropriatisi anche dello stesso nome. Ma di Taffo ce n'è uno e lo sanno bene le migliaia di followers che giornalmente interagiscono con la pagina ufficiale dell'azienda Taffo Funeral Services, che proprio in questi giorni ha pubblicato un video dal titolo "Il Teatro Non Deve Morire", seguito da un testo ironico che sottolinea quanto in Italia, non si senta la mancanza del teatro nei tempi del Coronavirus. Non tanto almeno. Non quanto la mancanza del Campionato di Calcio, del Lievito per Dolci o delle Passeggiate sui Navigli, di cui i media scrivono e parlano continuamente. Così, da un'idea dell'attrice e follower della pagina Claudia Russo, che scrive a Taffo per sostenere la Compagnia Teatrale Usine Baug di Milano, ecco servito in rete un monologo che strappa sorrisi amari sull'attuale e più che veritiera questione che interroga tutti gli attori: "Cosa fare di tanti anni di studio ora che non si può più lavorare?". La soluzione potrebbe essere proprio "piangere ai funerali". D'innanzi alla richiesta d'aiuto in pieno Taffo's Style, i comunicatori dell'agenzia funebre romana non potevano che farsi portavoci del messaggio, a cui hanno dato seguito con una concreta raccolta fondi sul tema.

LE INIZIATIVE - Ma questa è solo la prima di una serie di iniziative nate nell'ambito dell'emergenza Covid-19, che Taffo Funeral Services ha da subito scelto di non commentare in chiave ironica - nonostante le richieste giunte dai fan - e per cui è stata indetta una raccolta per l'Ospedale Spallanzani, a cui sono stati poi consegnati 14.000€ ricavati dalla beneficenza. Dalla pagina inoltre, durante la Fase 1, sono partiti inviti ai followers a non sottovalutare la questione generale, a restare a casa e a rispettare le regole, il tutto «Per vederci il più tardi possibile», così come ha dichiarato Alessandro Taffo alla guida dell'agenzia capitolina.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati