Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Il Vespa Club Italia compie settanta anni

Festeggiato al museo piaggio di Pontedera il compleanno del club che, nel 1949, dette il via alla passione per Vespa

di Valerio Cruciani

PONTEDERA - Era l’ottobre del 1949 quando i primi Club, sorti spontaneamente in tutta Italia nel nome dell’amore per Vespa, si riunirono a Viareggio per fondare il Vespa Club Italia. Vespa era stata lanciata da soli tre anni ma muoversi, viaggiare e incontrarsi su quelle due ruote che stavano rivoluzionando la mobilità, era già sinonimo di libertà, di fruibilità degli spazi, di più facili rapporti sociali. Vespa stava diventando un fenomeno che avrebbe caratterizzato più epoche unendo in un’unica passione popoli e culture lontane e generazioni diverse.

IL MUSEO - Al Museo Piaggio, sabato scorso, la Fondazione Piaggio ha festeggiato quel momento, che dette il via al fenomeno dell’associazionismo di Vespa, accogliendo i delegati dei Vespa Club italiani. Appassionati sono arrivati da tutte le regioni, in sella a oltre 200 Vespa di ogni epoca, in rappresentanza di altrettanti Club e, per raggiungere il Museo di Pontedera, hanno ripercorso lo stesotragitto da Viareggio di settanta anni fa, quando i membri fondatori incontrarono Enrico Piaggio in persona.

70 ANNI - La festa al Museo che ha celebrato i settanta anni del primo Vespa Club nazionale capita in uno dei momenti più felici nella lunga storia di Vespa segnata da oltre 18 milioni di esemplari diffusi in tutto il mondo. Oggi Vespa è un marchio globale, una icona dello stile e della tecnologia italiane, conosciuta e amata in tutto il mondo.

LA FONDAZIONE - Dopo la fondazione del Vespa Club Italia del 1949 nacquero i Vespa Club di Belgio, Francia, Germania, Olanda e Svizzera. Il fenomeno si estese in pochi mesi a tutto il continente tanto da portare alla costituzione del Vespa Club Europa, al quale aderirono subito tutti gli altri paesi europei e, successivamente, a una Federazione che raccolse i Vespa Club di tutto il mondo visto che il successo di Vespa aveva varcato gli oceani.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Coronavirus, la pandemia che ci ha insegnato la convivenza 6 aprile 2020 10:03

Coronavirus, la pandemia che ci ha insegnato la convivenza

Dal 9 marzo 2020 l’Italia è in una quarantena forzata per contenere l’ondata del virus, ma qualcosa di buono (forse) c’è

ROMA - Quando ne sentivamo parlare, a novembre e dicembre 2019, mentre attraversava e metteva in ginocchio la Cina, il coronavirus ci sembrava solamente una delle tante problematiche estere....

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus: il Governo sta agendo bene?

Risultati