Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

Kobane Calling on stage: il fumetto di Zerocalcare a teatro

In tour con Zerocalcare e Teatri d'Imbarco

di Stefania Abbondanza

ROMA -  Kobane Calling ha una sua rappresentazione teatrale. Lo spettacolo - prodotto da Lucca Comics & Games / Lucca Crea e Teatri d'Imbarco con la collaborazione di Bao Publishing, il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il sostegno di Mibac e Regione Toscana - sarà in anteprima a Grosseto mercoledì 20 novembre.  

IL TOUR - Dopo la prima nazionale venerdì 22 e sabato 23 novembre al Teatro Puccini di Firenze (ore 21) inizierà il tour fino a marzo 2020 toccando Siena (Teatro de' Rozzi - 29 nov.), Trieste (Politeama Rossetti - 3 dic.), Roma (Teatro Vittoria - 5/15 dic.), Bologna (Arena del Sole - 18 dic.), Genova (Teatro della Tosse - 27/29 feb.), Napoli (Teatro Bellini - 3/8 mar.) e Milano (Teatro Leonardo - 26/29 mar.).  

GLI INCONTRI - Zerocalcare, insieme a Nicola Zavagli, regista e autore dell'adattamento teatrale - incontrerà il pubblico al termine della rappresentazione il 22 novembre al Teatro Puccini di Firenze, il 5 dicembre al Teatro Vittoria di Roma, il 3 marzo al Teatro Bellini di Napoli e il 26 marzo al Teatro Leonardo di Milano.  

L'AVVENTURA - L’avventura di Kobane Calling On Stage è iniziata con un clamoroso sold out al Teatro del Giglio di Lucca nel 2018, all'interno del progetto Graphic Novel Theatre nato da un’idea di Emanuele Vietina, direttore generale di Lucca Crea, e curato da Cristina Poccardi e Nicola Zavagli. Ora continua in un tour nazionale che tocca le più importanti città italiane. L'allestimento è tratto dalla celebre graphic novel in cui Zerocalcare, attraverso la propria esperienza sul confine turco-siriano in supporto al popolo curdo, racconta con sguardo lucido e appassionato una delle più importanti battaglie per la libertà silenziosamente in corso nel mondo. In una originale commistione di linguaggi tra fumetto e teatro, Kobane Calling On Stage  vuole essere un atto d’amore del teatro al mondo poetico dell’autore, ma anche un atto di solidarietà a chi ogni giorno in Siria mette a rischio la propria vita. è un’opera inedita che partendo dalle pagine del fumetto, le trasforma sul palcoscenico in un autentico cortocircuito di emozioni. Abbattere le barriere tra il mondo dell’arte e il grande pubblico è la filosofia che sta alla base del festival lucchese e della compagnia Teatri d’Imbarco che da sempre ha costruito la propria identità attorno all’idea di un teatro popolare d’arte civile.  

I PROTAGONISTI - Adattamento e regia sono firmati da Nicola Zavagli. In scena, Massimiliano Aceti, Luigi Biava, Fabio Cavalieri, Francesco Giordano, Carlotta Mangione, Alessandro Marmorini, Davide Paciolla, Cristina Poccardi, Lorenzo Parrotto, Marcello Sbigoli e i giovani attori della compagnia Teatri d’Imbarco. La Direzione artistica è di Beatrice Visibelli.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Coronavirus, la pandemia che ci ha insegnato la convivenza 6 aprile 2020 10:03

Coronavirus, la pandemia che ci ha insegnato la convivenza

Dal 9 marzo 2020 l’Italia è in una quarantena forzata per contenere l’ondata del virus, ma qualcosa di buono (forse) c’è

ROMA - Quando ne sentivamo parlare, a novembre e dicembre 2019, mentre attraversava e metteva in ginocchio la Cina, il coronavirus ci sembrava solamente una delle tante problematiche estere....

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus: il Governo sta agendo bene?

Risultati