Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

La “Gatta Morta” di Francesca Reggiani al Teatro Olimpico di Roma dal 16 al 21 novembre

La “Gatta Morta” di Francesca Reggiani al Teatro Olimpico di Roma dal 16 al 21 novembre

Un nuovo one-woman-show con personaggi e sketch inediti. Protagoniste del palco le pari opportunità, né tanto pari né molto opportune

di Alessia Salmoni

ROMA - Gatta Morta è il nuovo spettacolo di Francesca Reggiani, scritto con Valter Lupo e Gianluca Giugliarelli, da martedì 16 a domenica 21 novembre sul palco del Teatro Olimpico di Roma. È la sua prima esibizione nella Capitale dopo la pandemia, che del lungo periodo di isolamento a cui siamo stati costretti svela con lucida abilità i risvolti comici. Una scorta di buonumore da aggiungere a mascherina e disinfettante, con personaggi e sketch inediti.

PROTAGONISTE DELLO SPETTACOLO - Protagoniste dello spettacolo le pari opportunità, che spesso non sono né tanto pari, né molto opportune. Ma non solo. Gatta Morta è un one-woman-show che in 90 minuti schiera sul palco attualità e costume, informazione e politica, nel tipico stile a tutto campo dell’artista, che alza il sipario su un diario di quotidiane follie.

NUOVI PERSONAGGI - Tra brucianti monologhi e ciniche riflessioni, ecco sfilare nuovi personaggi come Ilaria Capua, perché senza virologi oggi non c’è show, Concita De Gregorio in quota al giornalismo, Vittorino Andreoli, psichiatra che ci aiuterà a capire i tempi che viviamo. Accanto a loro, star del circo mediatico e seducenti ministri della provvidenza. Tutti uniti e vaccinati per spiegarci la vita al tempo della pandemia.

LA GATTA MORTA - Francesca Reggiani prende a pretesto la caratteristica principale della gatta morta, ovvero la capacità di manipolare gli altri, per raccontare le sabbie mobili del nostro tempo, l’incerto confine tra vero e falso, sentimenti e risentimenti, buoni visi e cattivi giochi. Un’abile fotografia dell’oggi scattata per ritrovarsi con un sorriso, o meglio, una fragorosa risata. Alla faccia delle gatte morte, che non se ne abbiano a male.

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo