Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

La Pasqua a Borgo Egnazia è un viaggio alla scoperta della Puglia

Un momento per ritrovare il proprio tempo in un angolo di Puglia da assaporare

di Fabio Mancuso

BARI – Le tradizioni della Pasqua, il gusto dei sapori più veri ma anche la scoperta degli angoli più belli di Puglia. A Borgo Egnazia le vacanze pasquali si trasformano in un viaggio meraviglioso, una occasione perfetta per perdersi lentamente tra il verde della Valle d’Itria e il blu del mare Adriatico. Un momento per ritrovare il proprio tempo in un angolo di Puglia da assaporare - specialmente in questo momento dell’anno - con la giusta calma, per godersi fino in fondo la dolcezza della campagna che lentamente si risveglia.

IL VIAGGIO - Per intraprendere questo viaggio di scoperta, Borgo Egnazia quest’anno propone ai suoi ospiti di usare tre “mezzi” che hanno il fascino dei tempi passati: a piedi, a cavallo oppure a bordo di un’auto d’epoca. Tre diverse proposte che si traducono in altrettante offerte di soggiorno, a cominciare dalla “Pasqua a cavallo”, per esplorare un pezzo di Valle d’Itria in sella al più nobile degli animali, con una passeggiata al trotto tra sentieri sterrati, magnifici uliveti, spiagge ancora deserte e muretti a secco. A questo si aggiungerà anche un suggestivo spettacolo equestre in maneggio, protagonista un tipico cavallo Murgese, simbolico cantastorie di tutta l’esperienza.

A PIEDI - In alternativa, il territorio si potrà scoprire con la proposta “Pasqua a piedi”, perfetta per ritrovare la propria dimensione e rallentare i ritmi frenetici della vita quotidiana: clou del soggiorno saranno le passeggiate nello scenografico Parco delle Dune Costiere e nei borghi di Monopoli e Polignano a Mare. Inoltre si potrà scoprire l’origine delle tradizioni della terra di Puglia, come i falò propiziatori di Pasqua, il canto all’Uovo del Sabato Santo (la tradizionale serenata del Sabato Santo per le strade di Fasano, durante la quale si raccolgono le uova con cui preparare la frittata fasanese) e lo scoppio della Quarantana (il fantoccio di paglia che rappresenta la Quaresima) che avviene il giorno del Lunedì di Pasqua.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati