Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

La performance "Pablo. Il peggior nemico della creatività è il buonsenso"

La performance "Pablo. Il peggior nemico della creatività è il buonsenso"

Il gallerista e curatore padovano, da sempre grande studioso di arte relazionale e di performance

di Valerio Cruciani

CORTINA - Apre il 22 agosto alle 18.00 l’edizione 2019 del TedXCortina 2019 - quest’anno titolato “I’Origine” – come di consueto all’insegna dell’arte contemporanea, con uno spettacolo di teatro danza dedicato a Pablo Picasso e curato da Giorgio Chinea Canale.  Pablo Picasso fu tra i più grandi artisti del secolo scorso. Un pittore geniale e prolifico, sovversivo, rivoluzionario ma anche difficile ed egoista.  “Pablo. Il peggior nemico della creatività è il buonsenso” è una performance che propone al pubblico un viaggio attraverso differenti periodi artistici della vita dell’artista (periodo blu, periodo rosa, periodo cubista e periodo politico-Guernica).

IL VIAGGIO - Un viaggio raccontato grazie alle sue parole, alle suggestioni delle sue opere d’arte, e ai ricordi delle donne che lo hanno amato. Muse travolte dalla sua personalità, spesso scivolate in un baratro, divise tra amore e odio. Donne alle quali Picasso ha regalato la fama, immortalandole come protagoniste assolute in molte sue opere. Questa performance sarà anche l’occasione per fare un viaggio nelle vicende dell’uomo e dell’umanità attraversando quasi 50 anni di storia, evidenziando momenti personali e tragedie collettive.  Un viaggio che ci racconta la realtà anche attraverso il corpo. Uno spettacolo di teatro-danza, intimo e audace, che rifiuta l’arte fine a sé stessa… così come lo stesso Picasso rifuggiva dalla pittura d’evasione.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati