Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

La Via Francisca del Lucomagno si racconta

La Via Francisca del Lucomagno si racconta

L’incontro promosso dal FAI per conoscere il ruolo e le testimonianze storiche dei pellegrini

di Valerio Cruciani

LUCOMAGNO - La Via Francisca del Lucomagno si racconta. Il FAI - Fondo Ambiente Italiano organizza giovedì 30 gennaio al Monastero di Torba di Gornate Olona (VA) un incontro per conoscere meglio il cammino che, nei suoi 135 km, collega Lavena Ponte Tresa al confine con la Svizzera con Pavia. “La Via Francisca del Lucomagno - i risultati della ricerca e le proposte di cammino”, che si svolgerà dalle 14.30 alle 17.30, è rivolto prevalentemente a guide turistiche ed ambientali escursionistiche, alle associazioni di camminatori, agli operatori del turismo e alle realtà culturali del territorio. Scopo: far conoscere le peculiarità della Via Francisca e il mondo dei cammini. L’iniziativa rientra nel progetto di valorizzazione della Via che, promosso da nove realtà in collaborazione con la Regione Lombardia e la Provincia di Varese, Milano, Pavia e tutti i comuni interessati dal percorso, è sostenuto dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale di Regione Lombardia - POR FESR 2014-2020.

I CAMMINI STORICI - I cammini storici richiamano un pubblico sempre più ampio e, tra gli oltre 8.000 chilometri percorribili in Italia, la Via Francisca del Lucomagno è pronta a ritagliarsi uno spazio di prim’ordine. Per meglio comprendere il valore di questo cammino, la sua importanza, le sue caratteristiche e i cambiamenti che ha vissuto nel corso dei secoli, Archeologistics - partner del progetto e realtà impegnata nella divulgazione e conoscenza del patrimonio culturale italiano, con servizi di visita guidata ed educazione museale - ha condotto alcune ricerche andando ad indagare da una parte le testimonianze dell’accoglienza dedicata ai viandanti, dall’altra a comprendere come il tracciato si sia modificato nel tempo pur mantenendo le caratteristiche di un cammino: ovvero la necessità di collegare dei punti strategici, la sicurezza e la bellezza.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Fake news, il virus del XXI secolo 30 marzo 2020 10:01

Fake news, il virus del XXI secolo

Social, chat, immagini, testi e siti internet: sempre più notizie false intasano la nostra quotidianità

ROMA - «Una falsa notizia è solo apparentemente fortuita, o meglio, tutto ciò che vi è di fortuito è l'incidente iniziale che fa scattare l'immaginazione; ma...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus: il Governo sta agendo bene?

Risultati