Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Lavoro, Whirpool conferma i licenziamenti a Napoli: lettere dal 22 ottobre

Lavoro, Whirpool conferma i licenziamenti a Napoli: lettere dal 22 ottobre

Restano però confermati gli incentivi all'esodo o al trasferimento nel Nord Italia

di Bianca Franchi

ROMA - "Whirlpool conferma la chiusura della procedura di licenziamento collettivo per il sito di Napoli". Così l'azienda afferma in una nota diffusa alle due del mattino dopo diverse ore di trattative con i sindacati. La società manterrà il suo impegno di non licenziare nessuno fino al 22 ottobre, data in cui verranno inviate le prime lettere. Per il dopo, però, l'azienda è rimasta inamovibile. Ai lavoratori rimangono gli 85.000 euro messi in gioco per incentivare l'esodo o il trasferimento nel Nord Italia, ovvero presso l'unità di produzione di Cassinetta di Briadronno, in provincia di Varese.

LA NOTA - "Pur riconoscendo gli sforzi profusi dal Governo e dalle Regioni per trovare una soluzione idonea per consentire una nuova missione industriale al sito di Napoli" la società, si legge nella nota, considera "i progetti presentati ancora in una fase non compatibile con le esigenze tempistiche espresse dalla Società". I sindacati non sono però soddisfatti dell'esito: Uilm punta il dito contro Orlando e Giorgetti, che "all'ultimo incontro di procedura con Whirlpool, hanno limitato la loro partecipazione ad un breve collegamento online".

 

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo