Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Libreria Piccolo Grande Bubo

Libreria Piccolo Grande Bubo

Due sorelle gemelle con gli occhi a mandorla hanno trovato il posto dove realizzare il sogno di una vita

di Giacomo Zito

PADOVA - Familiare, rituale, accogliente, educativa. Quattro aggettivi per descrivere un sogno che diventa realtà: due giovani imprenditrici di 28 anni con la passione per la letteratura hanno dato vita ad una libreria indipendente per l’infanzia. Non solo un negozio, ma un vero e proprio punto di incontro e confronto, educativo e culturale.

LA LIBRERIA - La libreria “Piccolo Grande Bubo” aprirà sabato 30 novembre in Galleria Duomo 10, nel cuore di Padova, e sarà gestita da Federica e Francesca Fornasini, due artigiane della meraviglia. Federica e Francesca sono due giovani donne tanto simili quanto diverse, legate dal profondo legame gemellare. Il nome della libreria “Piccolo Grande Bubo” è un omaggio all’albo scritto e illustrato da Beatrice Alemagna (ed. Topipittori, 2014) nel quale il piccolo Bubo racconta di come si senta già grande, d’altronde ha quattro grossi dentoni e sa andare in bicicletta! Un titolo che evoca l’idea di crescita, transizione e mutamento, tutti aspetti che caratterizzano fortemente l’infanzia.

PER BAMBINI - Piccolo Grande Bubo si rivolge ai bambini di oggi e di un tempo, perché non bisogna mai dimenticare che gli adulti sono stati, a loro volta, bambini. È un luogo intimo, semplice, accogliente e offre una gamma di libri che possa soddisfare le esigenze di diverse età: dai libri tattili per bambini di pochi mesi alla narrativa per adolescenti.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati