Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Liquidità: dalle BCC il 16,68% dei crediti garantiti

Liquidità: dalle BCC il 16,68% dei crediti garantiti

di Silvia de Mari

ROMA - Al 4 giugno scorso, le 250 BCC italiane - organizzate nei due Gruppi Bancari Cooperativi
Iccrea e Cassa Centrale Banca e, in Alto Adige, attorno alla Federazione Raiffeisen - avevano
complessivamente trasmesso al Fondo di Garanzia delle PMI 84.783 richieste di garanzia a
valere sulle misure del cosiddetto “Decreto Liquidità”.

Si tratta di oltre il 16,2% del totale delle pratiche inviate al Fondo, secondo dati al 4 giugno scorso forniti dal Medio Credito Centrale.
L’importo complessivo dei finanziamenti erogati dal Credito Cooperativo e assistiti dalle
garanzie statali ha superato i 2 miliardi e 800 milioni di euro, l’11,47% del totale dei prestiti
erogati. Delle complessive 84.783 richieste, 79.360 hanno riguardato pratiche relative ai
prestiti fino a 25 mila euro per un importo complessivo superiore ad 1 miliardo e 620 milioni
di euro. Il Credito Cooperativo rappresenta, su questa misura, il 16,68% del totale delle pratiche
trasmesse e il 16,64% del totale degli importi erogati.

Considerando che la quota delle BCC nel mercato complessivo degli impieghi a clientela è del 7,5%, i dati evidenziano l’eccezionale sforzo compiuto dalle banche di comunità mutualistiche, per rendere disponibili a famiglie, imprese e professionisti le misure previste dal Governo e dal Parlamento per mitigare l’impatto dell’emergenza sull’economia reale.

Per quanto riguarda invece le moratorie, secondo dati disponibili al 5 giugno scorso erano oltre 277 mila le pratiche deliberate dalle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen e già operative per un importo complessivo che supera i 32 miliardi di euro, circa un quinto del totale dei crediti erogati dal settore del Credito Cooperativo.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati