Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

L'Orchestra Italiana del Cinema per "Roma e l'acqua: una grande storia d'amore"

L'Orchestra Italiana del Cinema per "Roma e l'acqua: una grande storia d'amore"

L'omaggio alla città eterna e un'occasione per lanciare la nuova app Waidy, davanti al fontanone del Gianicolo

di Bianca Franchi

ROMA - L’interpretazione musicale dell’Orchestra Italiana del Cinema è stata la colonna sonora ideale per il lancio della App Waidy, una piattaforma digitale che consente di geolocalizzare tutte le fontane attive nella Capitale. La serata di presentazione del progetto, nato dall’idea di alcuni dipendenti del Gruppo Acea e fortemente voluto dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, si è svolta lo scorso 5 agosto sul Belvedere Niccolò Scatoli, davanti alla storica Fontana dell’Acqua Paola (Fontanone) del Gianicolo. Di fronte a numerosi esponenti istituzionali – oltre alla sindaca e all’AD di ACEA Giuseppe Gola, erano presenti Giovanni Papaleo (direttore Operativo Acea), Daniela Porro (soprintendente speciale di Roma), Carola Penna (presidente Commissione Turismo Moda e Relazioni Internazionali del Comune di Roma), Remo Tagliacozzo (Amministratore Unico di Zetema), Marco Patrignani (presidente Orchestra Italiana del Cinema) e l’olimpionico Stefano Battistelli (in rappresentanza della Federazione Italiana Nuoto) – l’Ensemble d’archi dell’Orchestra Italiana del Cinema, guidato dal primo violino Prisca Amori, ha interpretato alcuni brani composti dal Maestro Ennio Morricone in onore della sua memoria.

L'ORCHESTRA - L’Orchestra è nata e risiede proprio negli studi Forum, fondati conquant’anni fa da Morricone insieme a Luis Bacalov, Piero Piccioni e Armando Trovajoli, ed è specializzata nell’esecuzione delle partiture della musica da film. All'evento ha presenziato, con una breve performance musicale, anche la Banda della Polizia locale di Roma Capitale.  Fondata da Marco Patrignani nel 2010, l’Orchestra Italiana del Cinema è il primo ensemble sinfonico italiano specializzato nell’interpretazione di musica da film. Nata nell’ambito del Forum Music Village, lo studio di registrazione fondato alla fine degli anni Sessanta da Ennio Morricone, Piero Piccioni, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, si pone come principale obiettivo quello di promuovere in tutto il mondo la straordinaria eredità musicale delle colonne sonore. Una particolare attenzione è prestata al repertorio storico italiano, sul quale, grazie alla collaborazione di esperti del settore, sono state recuperate partiture di capolavori non pubblicati o mai registrati, con il sostegno di numerose associazioni, fondazioni e archivi pubblici e privati. Nel corso della sua attività, l’Orchestra ha avuto riconoscimenti da prestigiose istituzioni, tra cui Presidenza della Repubblica, Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Ministero degli Affari Esteri, Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo, Ministero dello Sviluppo Economico, Unesco, Fondazione Federico Fellini, Fondazione Italia-Cina, Fondazione Cultura e Arte, Ambasciata Britannica in Italia, e collaborazioni con Istituto Luce Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia. Tra i lavori presentati fino ad oggi, si contano molteplici concerti e cine-concerti, di cui alcuni in prima assoluta. Tra questi: Il Suono del Neorealismo; Cinematology; The Artist, Beyond la Dolce Vita; La Febbre dell’Oro; Il Gladiatore; Titanic e il ciclo Harry Potter in concerto, attualmente giunto al quarto capitolo della serie. Recentemente è stata diretta da Nicola Piovani e da Marco Frisina nel Concerto Con i Poveri e per i Poveri in Vaticano ed ha accompagnato artisti di rilievo nazionale e internazionale nell'ambito del concerto Natale in Vaticano, diretto da Adriano Pennino e Renato Serio, trasmesso in televisione da Mediaset per due volte durante le festività natalizie.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati