Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

Meccanismo per collegare l'Europa: accordo provvisorio

Meccanismo per collegare l'Europa: accordo provvisorio

I progetti finanziati dovranno essere in linea con i piani climatici ed energetici dell'UE e nazionali

di Giacomo Zito

BRUXELLES - I negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio hanno raggiunto un accordo per aggiornare il meccanismo per collegare l'Europa e sbloccare nuovi fondi per i progetti di trasporto, digitale ed energia per il periodo 2021-2027. Un accordo provvisorio tra il Parlamento e il Consiglio raggiunto giovedì sera definisce il quadro per l'utilizzo dei fondi per il meccanismo per collegare l'Europa (CEF) dal 2021 al 2027. Il programma finanzierà i trasporti, l'energia e i progetti digitali e garantirà che -I progetti europei, come Rail Baltica, infrastrutture per la ricarica di combustibili alternativi e il lancio della copertura 5G su importanti assi di trasporto sono terminati in tempo entro il 2030.

IL BUDGET - Con un budget complessivo di circa 30 miliardi di euro (a prezzi costanti 2018), il CEF finanzierà progetti per modernizzare le infrastrutture di trasporto e progetti transfrontalieri con un valore aggiunto dell'UE. Circa 10 miliardi di euro assegnati a progetti di trasporto transfrontaliero proverranno dai fondi di coesione e aiuteranno i paesi dell'UE a completare i collegamenti di trasporto mancanti. Una quota di 1,4 miliardi di euro sarà designata per accelerare il completamento dei principali progetti ferroviari transfrontalieri mancanti, che saranno selezionati dalla Commissione in base alla competitività.

NEL DIGITALE - Nel settore digitale, il CEF sosterrà lo sviluppo di progetti di interesse comune su reti digitali sicure e protette ad altissima capacità e sistemi 5G, nonché la digitalizzazione delle reti di trasporto e dell'energia. Il programma mirerà infine a rendere le reti energetiche più interoperabili e garantire che i progetti finanziati siano in linea con i piani climatici ed energetici dell'UE e nazionali.

I RELATORI - Il relatore per i trasporti e il turismo Marian-Jean Marinescu (PPE, RO) ha dichiarato: “Sono felice che abbiamo assicurato finanziamenti futuri per ammodernare ed espandere i progetti infrastrutturali in Europa. Connessioni moderne ed efficienti andranno a vantaggio di tutti gli europei, contribuiranno a una maggiore crescita e creeranno posti di lavoro in tutta l'UE. Maggiori investimenti aiuteranno anche il settore dei trasporti ad affrontare le tante sfide poste dalla decarbonizzazione che dovrà affrontare nel prossimo futuro”.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati