Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Scienze

Mediterraneo: calce spenta per frenare l'acidificazione

Mediterraneo: calce spenta per frenare l'acidificazione

A indicarlo sono i primi risultati del progetto di ricerca 'Desarc-Maresanus'

di Valerio Cruciani

ROMA – Spargere calce spenta nel Mediterraneo, sfruttando la scia delle navi che attraversano il bacino, potrebbe frenare l'acidificazione delle acque rimuovendo dall'atmosfera ben 115 milioni di tonnellate di anidride carbonica all'anno, pari a un quarto delle emissioni prodotte in Italia. A indicarlo sono i primi risultati del progetto di ricerca 'Desarc-Maresanus', condotto dal Politecnico di Milano e dal Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici con il supporto della società Amundi e la collaborazione della start-up CO2APPS.

LA RICERCA – Il modello matematico ha preso in esame le migliaia di navi container e portarinfuse che solcano ogni anno il Mediterraneo, per un totale di circa 9 milioni di ore di navigazione: sfruttando la loro scia, si potrebbero spargere 90 milioni di tonnellate di calce spenta (idrossido di calcio), che andrebbero a tamponare l'acidità delle acque mimando il processo naturale che avviene quando la pioggia dilava le rocce portando bicarbonati nel mare.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Sardine, “Lascia o raddoppia” in vista di future elezioni 1 giugno 2020 10:02

Sardine, “Lascia o raddoppia” in vista di future elezioni

Il movimento si auto-dichiara in aperta opposizione al populismo, eppure...

“Tempi duri per i troppo buoni” recitava e recita tuttora un adagio popolare, che sta a sottolineare come la mancanza di malizia o scaltrezza possa lasciare dietro i più puri o,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati