Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Metal Carter, il nuovo album “Fresh Kill” è fuori ovunque

Metal Carter, il nuovo album “Fresh Kill” è fuori ovunque

Anticipato da tre singoli (Non Scherzo, Chiarimenti e Death to Pigs), arriva dopo due anni dall’ultimo lavoro “Slasher Movie Stile”

di Alessia Salmoni

ROMA - “Fresh Kill” è il titolo del nono album solista del rapper romano Metal Carter, già membro fondatore dei leggendari collettivi TruceKlan e Truceboys, disponibile da venerdì 16 ottobre su tutte le piattaforme digitali, cd e vinile e pubblicato da Time To Kill Records.

I TRE SINGOLI - Anticipato da tre singoli (Non Scherzo, Chiarimenti e Death to Pigs), arriva dopo due anni dall’ultimo lavoro “Slasher Movie Stile” dal quale Carter dimostra un netto passo in avanti. Come lo stesso artista afferma: “Fresh Kill è molto meno romanzato e dark rispetto al precedente, con questo lavoro ho rivolto il mio sguardo verso territori più street”.

L'ALBUM - Un album figlio della strada, figlio della borgata romana di Primavalle dove l’artista è cresciuto. Una combo di suggestioni cinematografiche provenienti dalla passione per le pellicole b movie, riferimenti alle tematiche, all’estetica e alle sonorità del mondo metal di cui da sempre è considerato il trait d'union. Un concentrato di violenza e soggetti crudi, uno spaccato di una sottocultura con cui il Death Lord si identifica. Street rap, gangsta e death rap, dove la produzione appare subito molto diversa da tutti i suoi lavori del passato, anche se persiste un certo mood epic/banger che ha attraversato la maggior parte dei suoi ultimi lavori.

LE FEATURING - Tredici tracce prodotte da Akira Beats, vedono anche un susseguirsi di featuring che dimostrano la vena eclettica di Carter: dal rap old school di Esa e Danno, all’alternative di Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, per passare al surrealismo contemporaneo di Young Signorino e molti altri. Ogni elemento del disco, spiega Carter, è nel posto giusto al momento giusto. Dalla tracklist agli skit, dagli ospiti alle produzioni, ogni dettaglio è pensato per creare un significato all’interno dell’album stesso. 

LA VENA UMANA - Uno disco crudo, esplicito e brutale, dove però emerge la vena più umana di Carter: il senso di giustizia universale e la narrazione della violenza come difesa e sfiducia verso la società. 

LA COVER - La cover realizzata dall’artista, designer e tatuatore romano Alessandro Maida in arte Scarful, esprime anche da un punto di vista visivo il mondo del Sergente di Metallo e del suo nuovo lavoro.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati