Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Motori

Michelin e GM presentano il primo pneumatico senza aria

Le due società stanno già testando Uptis, attualmente su veicoli come la Chevrolet Bolt EV

di Stefania Abbondanza

MONTREAL – Michelin e General Motors hanno presentato a Movin’On, il summit per la mobilità sostenibile, una nuova generazione di pneumatici airless per auto, il prototipo MICHELIN Uptis (“Unique Puncture-proof Tire System) a prova di foratura. Michelin e GM hanno annunciato di aver avviato una partnership di ricerca tramite la quale le due società intendono testare il prototipo Uptis per equipaggiare le auto a partire dal 2024. Le due società stanno già testando Uptis, attualmente su veicoli come la Chevrolet Bolt EV.  In seguito, questi test proseguiranno in condizioni reali su una flotta di veicoli Bolt EV in Michigan, USA.

SENZA ARIA - Essendo una soluzione "airless", Uptis elimina il rischio di forature e consente : agli automobilisti di sentirsi più sicuri durante i loro spostamenti in auto; ai proprietari di flotte e ai professionisti di ridurre i tempi di inattività e ottimizzare la produttività eliminando la manutenzione; a tutti, di ridurre significativamente l’impatto ambientale grazie al minor impiego di materie prime necessarie per la produzione di pneumatici e ruote di scorta.

IL PROTOTIPO - Il prototipo Uptis rappresenta un passo decisivo nella realizzazione del concept Vision di Michelin, presentato al summit Movin'On nel 2017 per illustrare la strategia di Ricerca e Sviluppo di Michelin in materia di mobilità sostenibile. Il concept Vision si fonda su quattro pilastri principali di innovazione: "Airless", "Connected", "3D Printable" e "100% Sustainable" (materiali interamente rinnovabili o biodegradabili).

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Covid-19, non è andato tutto bene 27 luglio 2020 10:01

Covid-19, non è andato tutto bene

Dopo tanta solidarietà sbandierata ai quattro venti, le parole e le promesse sono rimaste vane

ROMA - “Andrà tutto bene”. Uno slogan che, da marzo, ha accompagnato quotidianamente l’emergenza generata in Italia dalla pandemia di Coronavirus. Ecco, a ben vedere lo...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati