Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Modena, Oli spa compie 60 anni ed apre a nuove assunzioni

Modena, Oli spa compie 60 anni ed apre a nuove assunzioni

di Maria Chiara Fantauzzi

ROMA – Inaugura e assume Oli spa, azienda modenese che compie 60 anni. "La nostra è una realtà che opera su un mercato globale, ma che ha il proprio quartier generale a Medolla: qualcuno la definirebbe glocal, cioè un'azienda globale ma molto localizzata, e penso che questa sia una delle nostre armi vincenti. Per questo motivo guardiamo con interesse a figure professionali che abbiano la nostra stessa visione, quella di un mondo aperto e accessibile, persone competenti, appassionate, che abbiano voglia di crescere professionalmente e umanamente". Lo spiega Giorgio Gavioli, general manager dell'azienda, oggi in occasione del taglio del nastro di un nuovo edificio al quartier generale di Medolla. È la nuova sede, da cui vengono cordinate tutte le filiali internazionali. Multinazionale specializzata nella tecnologia della vibrazione industriale, Oli progetta, produce e commercializza in tutto il mondo vibratori industriali, vibratori elettrici, vibratori per calcestruzzo, convertitori di frequenza e altri prodotti nei più svariati settori industriali, dal medicale alle costruzioni, dall'automotive al settore energetico. Oggi, Oli conta nel mondo 500 dipendenti e un fatturato di 110 milioni di euro. Stefano Bonaccini, presidente della Regione, era presente all'inaugurazione e ha commentato: "Il tessuto produttivo dell'Emilia-Romagna è composto in gran parte da storie come quella che festeggiamo oggi, aziende che sono nate a guida familiare e sono diventate leader internazionali nei rispettivi settori grazie alla qualità dei loro prodotti e alla professionalità di chi li guida e di chi vi lavora".

 

FONTE e FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo