Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Napoli, da domani la mostra "Dante a Palazzo Reale"

Napoli, da domani la mostra "Dante a Palazzo Reale"

di Maria Chiara Fantauzzi

ROMA – A conclusione dell'anno dantesco, la mostra 'Dante a Palazzo Reale', in programma a Napoli dal 3 dicembre 2021 al primo marzo 2022, celebra il settimo centenario della morte Sommo Poeta, con l'esposizione dei dipinti di Tommaso De Vivo ispirati alla Divina Commedia e altre opere di soggetto dantesco realizzate a Napoli nell'Ottocento. Il percorso di visita, che si snoda negli spazi della 'Galleria del Genovese', antico passaggio tra il Palazzo Reale e il Teatro di San Carlo, recuperato e restituito per l'occasione al pubblico, è arricchito da proiezioni multimediali. La mostra, curata da Mario Epifani, direttore di Palazzo Reale e da Andrea Mazzucchi, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, nonché componente del Comitato nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante, è organizzata dal Palazzo Reale di Napoli in collaborazione con l'Università degli Studi di Napoli Federico II, la Biblioteca nazionale di Napoli, l'Archivio di Stato di Napoli e la Reggia di Caserta.

 

FONTE: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo