Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

"Non una di meno" è tornato in piazza, corteo femminista sabato a Roma

"Non una di meno" è tornato in piazza, corteo femminista sabato a Roma

Al grido di «siamo marea che non si fermerà vogliamo diritti e libertà» ha sfilato il corteo pacifico per le strade della Capitale

di Giacomo Zito

ROMA - ‘Non una di meno’ sabato è tornato in piazza per dare visibilità all’indignazione delle donne. Insieme a loro tanti uomini e ragazzi, che a Roma sono scesi per le strade per dire basta alla violenza maschile, ai femminicidi e alla disparità salariale, tra le prime cose. Per il quarto anno consecutivo continua la mobilitazione del più grande movimento femminista degli ultimi anni in Italia. Il corteo è partito da piazza della Repubblica per terminare a piazza San Giovanni. 

IL CORTEO - Corteo caratterizzato da molti carri con performance e musica, ma nessuna bandiera e simbolo di partito. I simboli rimanevano e rimangono quelli dei panuelos fuxia mutuati dalla campagna argentina per l'aborto legale, i pugni di fuoco, le maschere delle luchadoras della campagna per Lucha y Siesta, la Casa delle Donne sotto sgombero a Roma.

L’ANNUNCIO - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre, è arrivato un primo segnale da parte delle istituzioni. Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri ha annunciato che è pronto il decreto per attivare il fondo per gli orfani di femminicidio. «I soldi - ha twittato il ministro - non restituiscono l'affetto mancato ma con 12 milioni da lunedì finanzieremo borse di studio, spese mediche, formazione e inserimento al lavoro». Ancora poco secondo i manifestanti, che hanno promesso di continuare a scendere nelle piazze fino a quando se ne sentirà la necessità.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati