Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

中国新闻

越南: 活猪被屠杀为传统

越南: 活猪被屠杀为传统

Vietnam: il maiale squartato in nome della tradizione

di Flavia Cruciani

有好的传统, 还有必须废除的传统. 越南有一个例子. 在越南的一个小乡村里, 每年一月28日有乡村上帝的典礼, 但那个典礼就是把一个活着及神志清醒但被捆的猪屠杀. 最初可怜的猪被带来乡村四周, 以后它被刀扎伤. 人权常常把纸币泡在猪血中为幸福礼仪. 一些保护动物协会都指责这种野蛮及过时的传统, 但是它们需要有世界各地人们的支持. 为让越南政府废除这种典礼及一种不暴力的礼仪替换, 应该在请愿网站签字名(http://www.gopetition.com/petitions/ban-the-brutal-festival-at-nem-thuong-village-vietnam.html).

Ci sono buone tradizioni e tradizioni che andrebbero abolite. Un esempio ce lo fornisce il Vietnam, in particolare il piccolo villaggio di Nem Thuong. Ogni anno il 28 gennaio, infatti, la città diviene teatro di un rituale a dir poco agghiacciante, durante il quale un maiale viene brutalmente tagliato in due mentre è del tutto cosciente. Si tratta della cerimonia in onore del guardiano Doan Thuong, la divinità del villaggio, il quale rituale però richiede che un suino venga portato in processione per le vie, vivo e cosciente, mentre la folla intorno lo osserva sdraiato a terra a pancia in su, per poi essere ucciso tra terrore e grida. La folla è solita immergere le proprie banconote nel sangue dell'animale, in cerca di un po' di fortuna per l'anno lunare in avvento. La denuncia per la brutalità e l'anacronismo di tale cerimonia, ulteriore esempio della disumana tradizione a cui spesso si è legati, è partita dall'Organizzazione Internazionale Protezione Animali (OIPA). La richiesta, espressa in una petizione a cui si può aderire all'indirizzo http://www.oipa.org/italia/2013/appelli/vietnam.html, chiede al governo vietnamita di abolire questa cerimonia, promuovendo al contempo occasioni celebrative non violente. 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati