Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Novara, ripartono le attività allo Sporting Club Monterosa

Novara, ripartono le attività allo Sporting Club Monterosa

Domenica 12 luglio una grande giornata in cui l’amore per gli animali la farà da padrone

NOVARA - Dopo le prime attività post-lockdown ripartite in totale sicurezza nel più grande Centro Ippico del Piemonte, lo Sporting Club Monterosa Novara – precursore di tante iniziative volte ad avvicinare il grande pubblico al mondo equestre – rilancia le sue carte vincenti.

Domenica 12 luglio una grande giornata in cui l’amore per gli animali la farà da padrone. In anticipazione alla stagione, bloccata per la pandemia, sulle attività agonistiche e gli appuntamenti con gli eventi, sarà protagonista la manifestazione “International Dog Show”, organizzato dal Club Italiano cani di Razza; un appuntamento internazionale con i nostri amici a 4 zampe, ospitati nell’oramai famosa “casa dei cavalli”, che per prima ha lanciato la manifestazione che vede uniti i concorsi ippici con il più grande raduno di animali domestici: “Cavalli e…non solo” prevista per la sua VI edizione il prossimo 27 settembre 2020.

Una giornata ricca di tanti appuntamenti, ma che terrà conto di tutte le regole di sicurezza ed il dovuto distanziamento sociale.

I cancelli dello Sporting Club Monterosa Novara apriranno alle ore 9:30 e sino alle 17:00 sarà possibile assistere alla più grande esposizione canina dedicata alla bellezza e alla simpatia dei nostri amici.

Lo Sporting Club Monterosa Novara, sotto l’egida della FISE, si estende infatti per circa 240.000 mq. oltre a 500.000 mq di area boschiva; immerso nella campagna novarese lungo il corso ancora selvaggio del Torrente Agogna, e consente di vivere il proprio tempo libero nel verde e in assoluto relax.

Una ripartenza annunciata da due donne importanti per il territorio, che le ha viste rigorosamente distanti e con la giusta mise: l’Assessore allo Sport del Comune di Novara Marina Chiarelli e il Delegato Provinciale del Coni Rosalba Fecchio.

“Il lockdown è stata sicuramente una esperienza dura che ha fatto anche riflettere molto…” dichiara il Presidente Claudio Limontini, cheaggiunge “…in particolare sull’importanza della natura e della necessità dell’uomo di vivere in essa ed in armonia. L’equitazione più di ogni altro sport è la sintesi perfetta ove uomo e natura diventano simbiotici ed il rispetto reciproco porta a risultati positivi per entrambi. Il boom di iscrizioni nei circoli ippici dimostra proprio quello che diciamo da anni: l’equitazione è uno sport molto educativo per i giovani, non particolarmente costoso se svolto non ad altissimo livello agonistico, ma soprattutto si svolge in un ambiente naturale di cui i nostri ragazzi hanno assolutamente bisogno.”

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Covid-19, non è andato tutto bene 27 luglio 2020 10:01

Covid-19, non è andato tutto bene

Dopo tanta solidarietà sbandierata ai quattro venti, le parole e le promesse sono rimaste vane

ROMA - “Andrà tutto bene”. Uno slogan che, da marzo, ha accompagnato quotidianamente l’emergenza generata in Italia dalla pandemia di Coronavirus. Ecco, a ben vedere lo...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati