Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Occupazione: come lavorare di meno e godersi la vita di più

Occupazione: come lavorare di meno e godersi la vita di più

Lavorare di meno per godersi la vita di più è possibile, basta sapere come fare

di Giordano D’Angelo

ROMA - In tempi in cui la settimana lavorativa corta è più un miraggio che è altro è possibile uscire dalla gabbia del criceto e riprendere il controllo della propria vita, finanze e tempo libero è possibile? A sentire Carlo D’Angiò sembra di si.

CARLO D'ANGIÒ - Carlo è un infopreneur, cioè un imprenditore moderno dell’informazione, ma è anche uno studioso della materia del lavoro e del life style da oltre 25 anni. Ed è stato uno degli anticipatori storici in Italia del nuovo agognato modello di vita che punta a “lavorare di meno per godersi di più la vita”, la famiglia, il tempo libero. Nel 2007, infatti, tra lo stupore e le critiche dei suoi colleghi, si è cancellato dall’ordine professionale dei consulenti del lavoro, rinunciando persino alle cariche istituzionali raggiunte in seno all’albo, per concedersi una vita più tranquilla, meno frenetica, all’insegna di una maggiore libertà di tempo.

LAVORARE DI MENO - «Lavorare di meno - ha dichiarato - non significa guadagnare di meno. Anzi. Si ha più tempo per fare scelte intelligenti che portano a un maggiore guadagno».

IL PRESENTISMO - «Il presentismo, ovvero, l’atteggiamento di chi crede che più ore al lavoro equivalgono a maggiore guadagno non paga più da molti anni, oramai. Oggi ci sono modelli molto più redditizi che non richiedono il duro lavoro, richiedono intelligenza».

LAVORARE CON INTELLIGENZA - Lavorare con intelligenza «significa che il tuo sistema di entrate non deve dipendere dalle ore di presenza in ufficio o in strada su una vettura. Il tuo sistema di entrate deve prescindere dalla tua presenza. E un po’ come automatizzare la lavanderia. Le lavatrici automatiche incassano soldi anche quando il titolare non è presente».

I MODI - «Ci sono tanti modi diversi per cominciare a svolgere un lavoro intelligente in sostituzione di un lavoro duro e scarsamente retribuito. E ciascuno di questi modi consente alle persone di provarci gradualmente, senza correre rischi. Quando nel 2007 mi sono cancellato dall’ordine professionale dei consulenti del lavoro non l’ho fatto improvvisamente, rischiando di non avere più entrate, ma solo dopo alcuni mesi in cui ho avuto modo di provare un sistema alternativo, più intelligente, più remunerativo e soprattutto meno impegnativo».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Sardine, “Lascia o raddoppia” in vista di future elezioni 1 giugno 2020 10:02

Sardine, “Lascia o raddoppia” in vista di future elezioni

Il movimento si auto-dichiara in aperta opposizione al populismo, eppure...

“Tempi duri per i troppo buoni” recitava e recita tuttora un adagio popolare, che sta a sottolineare come la mancanza di malizia o scaltrezza possa lasciare dietro i più puri o,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati