Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Ocse, in Italia si prescrivono troppi antibiotici

Ocse, in Italia si prescrivono troppi antibiotici

I dati rivelano una popolazione in continuo invecchiamento ma con uno stile di vita sano

di Federico Marconi

ROMA - In Italia si prescrivono troppi antibiotici. Ad ammonirci è l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, secondo la quale  «la prescrizione di antibiotici attraverso i servizi territoriali è la seconda più alta fra i paesi Ocse, contribuendo potenzialmente a tassi più elevati di resistenza antimicrobica».

IL RAPPORTO - Queste rivelazioni provengono dall’ultimo rapporto 'Health at a glance' diffuso il 9 novembre, dove si fa riferimento anche al progressivo invecchiamento della popolazione. Secondo l’Ocse, bisogna «preparare il sistema sanitario per una popolazione in rapido invecchiamento», anche per una possibile diminuzione del personale nelle strutture sanitarie.

I DATI - Dal rapporto sono usciti altri dati interessanti sulla situazione sanitaria italiana. «A fronte di una spesa sanitaria inferiore alla media, l'Italia ha la quarta più alta aspettativa di vita fra i paesi Ocse, 83 anni alla nascita. Pochi italiani muoiono prematuramente, con 143 decessi per 1000 persone per cause prevenibili, rispetto a una media Ocse di 208. Meno del 6% delle persone valuta la propria salute 'non buona', rispetto a una media Ocse dell'8,7%». Prosegue l’organismo: «Gli italiani hanno generalmente stili di vita sani. Il consumo di alcol è basso, e l'Italia ha la percentuale più bassa di 'bevitori dipendenti' nei paesi Ocse. Anche la percentuale di adulti in sovrappeso o obesi è relativamente bassa (46%, rispetto alla media Ocse del 56%). Tuttavia, la percentuale di bambini in sovrappeso è la seconda più alta nei paesi Ocse».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati