Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Oltre Tevere: fotografia d'autore e turismo lento

Oltre Tevere: fotografia d'autore e turismo lento

Per scoprire i luoghi inediti lungo il fiume sovrano della città eterna

di Federico Marconi

ROMA - Oltre 400 km di percorso a piedi, attraverso 4 regioni e 56 comuni d’Italia, per un mese di cammino alla scoperta di alcuni dei luoghi più suggestivi dell’intera penisola.  E’ Oltre Tevere, un itinerario artistico-culturale per scoprire, raccontare e mappare, attraverso una documentazione fotografica del cammino, luoghi inediti e ricchi di storia e natura attraversati dal fiume sovrano della città eterna.

OTRE TEVERE - Oltre Tevere è ideato da Sarah Carlet e Arianna Catania di PhotoTales -organizzazione che opera nella promozione della cultura e della pratica fotografica- ed è promosso da Kristin Jones, artista artefice del noto murale Triumph & Laments di William Kentridge sulle sponde del fiume Tevere, con il patrocinio dell’Autorità di Bacino dell’Appennino Centrale, ENIT e Legambiente, insieme alla Riserva Naturale Tevere Farfa e i Comuni di Verghereto, Pieve di Santo Stefano, Sansepolcro, Marsciano, Civitella del Lago, Baschi e Alviano.

I PROTAGONISTI - Protagonisti del cammino sono un gruppo di fotografi professionisti tra cui Pietro Vertamy e Ilaria Di Biagio, molto noti nel mondo del turismo “in cammino” con il collettivo da loro fondato sotto il nome di Around The Walk, laboratorio errante di progetti artistici e culturali che unisce le diverse forme d’arte – dalla fotografia all’illustrazione, dalla scrittura alla musica fino alle arti performative- con la creazione di itinerari ex novo da percorrere esclusivamente a piedi. Con loro, ciascuno per una determinata parte del percorso, ci saranno i fotografi Claudia Gori, Marco Zorzanello, Giuseppe Chiantera e Claudia Borgia.

LA LENTEZZA - All’insegna della lentezza come valore, animati dallo spirito per la tutela ambientale e di indagine sul paesaggio, il gruppo sarà coadiuvato da Pietro Vertamy che guiderà chiunque vorrà unirsi al cammino -fotografi, artisti o viaggiatori-forte dell’esperienza di chi da anni percorre lunghe distanze a piedi, alla ricerca delle sensazioni di questo particolare e antichissimo modo di viaggiare sensibilizzando alla modalità di fruizione dolce e alle economie locali.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati