Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Oms: nasce la più grande collaborazione medico-scientifica per il vaccino anti-COVID

Oms: nasce la più grande collaborazione medico-scientifica per il vaccino anti-COVID

E’ stata definita una «collaborazione storica» ed è la prima del suo genere nella storia

di Stefania Abbondanza

ROMA - Nasce una «collaborazione storica» tra medici e scienziati di tutto il mondo per velocizzare lo sviluppo, la produzione e la distribuzione del vaccino contro il coronavirus. L’annuncio è giunto dal segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, insieme al direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, e il presidente francese Emmanuel Macron. «Da gennaio - ha dichiarato Ghebreyesus - l’Oms sta lavorando con migliaia di ricercatori nel mondo per accelerare lo sviluppo di un vaccino. Uniti vinceremo il coronavirus». I ringraziamenti dell’Oms e dell’Onu sono andati, in particolare, a Melinda e Bill Gates, al presidente francese Emmanuel Macron e alla presidente della Commissione europea Ursula von Der Leyen per aver supportato e finanziato la nascita di questa collaborazione. Il principio di base, come sottolineato da Guterres, è che ci sia una distribuzione equa del virus, perché «in un mondo interconnesso come il nostro, nessuno è salvo se non tutti sono salvi».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid-19: siete preoccupati per una possibile seconda ondata del virus in Italia?

Risultati