Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

Open Circus Festival nel segno di Moira e Arturo Brachetti

Open Circus Festival nel segno di Moira e Arturo Brachetti

Circo e Dintorni in collaborazione con il Comune di San Donà di Piave e Arteven

di Federico Marconi

VENEZIA - Dal 15 marzo al 5 aprile torna Open Circus, la rassegna internazionale di circo-teatro voluta dal Comune di San Donà di Piave (Venezia), da quest’anno in collaborazione con il Circuito Regionale Multidisciplinare Arteven. L’intera manifestazione, che unisce la tradizione ai nuovi protagonisti del live entertainment, è dedicata a Moira Orfei, indimenticato simbolo del circo che proprio a San Donà aveva il quartier generale. “I valori di questa figura iconica (la genuinità, la dedizione al lavoro e alla famiglia, l’affetto per il pubblico al quale Moira ha dedicato l’intera vita) vengono riproposti – racconta il Alessandro Serena, ideatore e direttore artistico dell’intera manifestazione oltre che nipote di Moira -  con una programmazione incentrata sulla gioia del circo, un linguaggio universale che tocca il cuore delle persone, diverte e commuove”.

LA RASSEGNA - La rassegna organizzata da Circo e dintorni presenta al Teatro Metropolitano Astra tre show che hanno già conquistato il pubblico di tutta Europa portando nella cittadina veneta una gamma variegata di emozioni, dall’allegria alla suspense passando per lo stupore che i grandi artisti coinvolti sapranno suscitare nel pubblico. Il circo contemporaneo è diventata una delle discipline promosse da Arteven assieme alla prosa, danza e musica. “Vogliamo fortemente sostenere tutte le iniziative che contaminano le arti portando nuove modalità di narrare le storie. Il circo contemporaneo sta rinnovando questo linguaggio e noi ne sosteniamo la diffusione in Veneto” dice Pierluca Donin direttore del Circuito Regionale.

IL PREMIO - La rassegna si apre il 15 marzo con “Arturo racconta Brachetti… e ricorda Moira!”, una versione speciale della conferenza spettacolo nella quale Arturo Brachetti, il trasformista più famoso al mondo, alterna aneddoti sulla sua straordinaria vita da inventore di illusioni, proiezioni video e foto che catturano momenti della sua incredibile carriera e brevi esibizioni di alcuni dei suoi numeri più celebri. Un’intervista-performance frizzante condotta da Alessandro Serena, che per il trasformista sarà anche l’occasione per ribadire l’affetto (già espresso in numerose circostanze) che prova per Moira, un personaggio che lui ha conosciuto e che lo ha ispirato con la sua esuberanza e iconicità. A sancire questo legame, al termine dell’incontro Arturo Brachetti riceverà il Premio Moira Orfei, un quadro dipinto da Riccardo Orfei (nipote della Regina del Circo), per la sua capacità di raggiungere ogni tipo di pubblico con un’arte sopraffina e col suo temperamento genuino, caratteristiche che lo avvicinano a Moira.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Fake news, il virus del XXI secolo 30 marzo 2020 10:01

Fake news, il virus del XXI secolo

Social, chat, immagini, testi e siti internet: sempre più notizie false intasano la nostra quotidianità

ROMA - «Una falsa notizia è solo apparentemente fortuita, o meglio, tutto ciò che vi è di fortuito è l'incidente iniziale che fa scattare l'immaginazione; ma...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus: il Governo sta agendo bene?

Risultati