Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Ostentation, il lusso va ostentato

Ostentation, il lusso va ostentato

La prima novità che Ostentation introduce è il prezzo impresso sui i prodotti del brand

di Maria Chiara Fantauzzi

ROMA – Lusso e ostentazione. Se fino a ieri esibire capi e oggetti costosi era considerato quanto meno 'cheap', con il marchio Ostentation il concetto viene ribaltato e si trasforma in un punto di forza. La prima novità che Ostentation introduce è il prezzo impresso sui i prodotti del brand. Una scelta rischiosa che però trova consenso nella nostra attuale società che manifesta il desiderio di palesare ciò che si possiede. La seconda novità è legata ai perimetri d'esclusività: il brand divide la linea denominata "Sins'" in tre colori, che corrispondono a fasce di prezzi e di esclusività diversi.

LA LINEA – Il Colore Bianco abbinato al bronzo, con la sua produzione di soli 1000 pezzi, garantisce un approccio alla linea, dedicato a chi vuole distinguersi dal fashion e dal lusso convenzionale; tutti i prodotti (T-shirt, felpe, cappelli) hanno un costo di 220 euro. Il Colore Blu abbinato all'argento, con la sua produzione di soli 500 pezzi, parla a chi non ha paura di osare. Qui il prezzo raddoppia. Il Colore Nero abbinato all'oro, con la produzione di soli 250 pezzi si rivolge ad un pubblico di nicchia che può spendere 850 euro.

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo