Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

International News

"Outpost" by Samar Singh Jodha at the Venice Biennale

"Outpost" by Samar Singh Jodha at the Venice Biennale

"Outpost" di Samar Singh Jodha alla Biennale di Venezia

di Flavia Cruciani

The works of the famous Indian artist Samar Singh Jodha to be exhibited at Venice Biennale, Arsenale Novissimo, from 30th of may to 24th of November. 

Artist Samar S. Jodha's latest enterprise is a visual disquisition on a global culture where infividual aesthetic notions are increasingly framed by commercial interests and homogenised to such a degree by mass media that spontaneous individual expressions often emerge only as accidental bi-products of non-aesthetic pursuits. 

He highlights this unusual state of affairs via a pictiorial trope of discarded containers fashioned into habitat by miners in India's pristine northeast. That Jodha foregrounds his work with a people given to excavating precious minerals from the earth's womb to keep the engines of same mass culture and industry running, adds poignant irony to his endeavour. The interplay of narratives represented by a broken people and their robust expression unravels the threads of a global technopoly that pormise a rosy future to many of us via rapid innovation, while simultaneously candemning many others to centuries-old regression. 

In deploying photographic imagery as the foundation stone of this work, Jodha summons a visual discourse that is rooted in documentary practice, yet is scarcely mimentic of that art form. As a seasoned artist, he is all too aware of its diminished power in the post-modern era. There is therefore a double dispossession at play here. The sliver of optimism in this work is a notion that art-making is too precious a gift to be resticted only to the virtuoso. 

 

 

Le opere del famoso artista indiano Samar Singh Jodha saranno esposte alla Biennale di Venezia, Arsenale Novissimo, dal 30 maggio al 24 novembre 2013. 

L'ultima ricerca dell'artista Samar S. Jodha è una disquisizione visiva su una cultura globale in cui le nozione estetiche individuali sono sempre più influenzate da interessi commerciali e rese così uniformi dai media che le espressioni spontenee dei singoli spesso emergono solo come prodotti casuali di percorsi non estetici. 

Questo fenomeno è evidente nel suo nuovo lavoro che mostra i contenitori di scarto che i minatori trasformano in abitazioni nel nordest del paese. La toccante ironia è che i lavoratori che estraggono i prezioni minerali dal ventre della terra contribuiscono a mantenere in funzione la macchina della cultura e dell'industria di massa. 

L'intreccio di narrative rappresentata dai minatori spezzati e dalle loro espressioni forti, indomabili, mostra i fili di un "tecnopolio" globale che promette a pochi un futuro roseo grazie alla rapidissima innovazione ma che condanna molti a una regressione quasi medievale. 

Utilizzando il linguaggio fotografico come pietra miliare del suo lavoro, Jodha evoca un discorso visivo che è radicato nella pratica documentaria ma che non la usa per mimetizzarsi. Come artista con una certa esperienza è più che consapevole del suo limitato potere nell'era post-moderna. C'è quindi una doppia spoliazione prospettiva in gioco. La scheggia di ottimismo nell'opera è l'idea che la creazione artistica sia un dono troppo prezioso per essere ristretto solo ai virtuosi. 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati