Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Games

Pac-man compie 40 anni!

Pac-man compie 40 anni!

Il noto gioco arcade è ormai diventato un’icona, ma da dove è nato tutto?

di Silvia de Mari

ROMA - Vi è mai venuta in mente qualche idea geniale che possa rivoluzionare l’azienda per cui lavorate rimanendo seduti a mangiare una pizza? A Toru Iwatani, lavoratore della Namco dal 1977, è successo inventando uno tra i videogiochi arcade più iconici di sempre: Pac-man. 

LA STORIA - Nei suoi primi anni come sviluppatore alla Namco Iwatani si occupava di video flipper (perlopiù sconosciuti qui) come Gee Bee, Bomb Bee e Cutie Q. La sua idea, però, voleva essere quella di rivoluzionare il mondo dei videogiochi soddisfacendo una grossa fetta di mercato insoddisfatta dall’offerta dell’epoca. Si trattava delle videogiocatrici, potenziali frequentatrici di sale giochi ma poco attratte dai titoli di lotta più conosciuti nei cabinati delle sale giochi Anni ‘80. Il gioco quindi nasse da questa esigenza e l’idea di fondo venne in mente da una pizza: mentre Itawani se ne stava gustando una, tolta una fetta, ebbe una rivelazione, inventando uno tra i giochi più popolari e iconici di sempre. 

IL SUCCESSO - Il gioco, una volta sviluppato, venne lanciato in Giappone con il nome di Puck-Man, mentre venne cambiato in Occidente per paura che la parola “Puck” venisse facilmente storpiata attraverso lo scambio della “P” con una “F”. Ora Pac-Man è un gioco che non ha invecchiato meglio di altri, come invece è successo, a esempio, per Super Mario, ma rimane comunque un grande successo da 300.000 cabinati venduti in tutto il mondo.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati