Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Paglia, ed è subito estate: ecco le Kyoto Straw Bag

Paglia, ed è subito estate: ecco le Kyoto Straw Bag

La forma a trapezio gioca con la leggerezza del materiale e con le 7 varianti cromatiche ultra vibranti che enfatizzano la silhouette inconfondibile di Kyoto

di Federico Marconi

MILANO - Kyoto, la it-bag del brand Retorta Firenze 1906, abbandona il velluto per entrare, con l’edition Kyoto Straw, nella prossima stagione P/E. Sinonimo di estate, la paglia è ancora uno dei materiali trend per gli accessori, in grado di caratterizzare anche per la bag del marchio fiorentino la sua forma geometrica e l’artigianalità delle rifiniture.

LA FORMA - La forma a trapezio gioca con la leggerezza del materiale e con le 7 varianti cromatiche ultra vibranti che enfatizzano la silhouette inconfondibile di Kyoto. Sempre presente la finitura in morbida pelle, con effetto vintage sia nella bordura sia nella tracolla regolabile. La pelle è declinata nei colori marrone polvere e nera. All’interno una mini pochette, sempre in paglia, agganciata con una catenella di metallo dorato. L’attrazione materica innescata dalla paglia, abbinata alla pelle, alleggerisce il rigore geometrico della sua forma, assumendo così quella vivace sobrietà perfetta per l’estate.  La forma capiente ma non ingombrante fa di Kyoto Straw un accessorio versatile per ogni stile e occasione.

LA NUOVA COLLEZIONE - La nuova collezione di borse firmate da Retorta Firenze 1906, cela tutta la sapiente tradizione del marchio fiorentino nella realizzazione di tessuti che la manifattura crea per le collezioni di accessori moda, per il living & il design.

LA STORIA DI TA-BRU - È una storia nella storia. Quella del fiorentino Brunetto Targioni che, negli anni ’40 dà vita a Ta-Bru, un’azienda di produzione di tessuti e filati di lana e cotone che negli anni diventa punto di riferimento per numerose realtà artigianali del comparto toscano e italiano. Negli anni ’50 l’Azienda, guidata dal figlio Franco –oggi Presidente – si evolve suscala industriale modificando i telai per simulare la gestualità umana. È l’evoluzione dell’antica arte della impagliatura e torcitura: si arriva a meccanizzare il processo di produzione degli intrecci ottenendo prodotti sempre più vari, resistenti e perfetti, in linea con le esigenze più moderne. Negli anni ’70 Ta-Bru diventa una Società per Azioni e amplia la produzione a fodere jacquard personalizzabili, tele olone e innovativi tessuti di intrecci di pelle. Oggi Ta-Bru Spa, è un’azienda leader nel settore del tessile per la pelletteria di lusso. In questo solido scenario nasce il progetto Retorta, dedicato al complemento d’arredo. Nasce originato dalla frenesia creativa dell’Azienda da sempre all’avanguardia in tema di proposte.  Quelle di Retorta sono collezioni che inaugurano uno stile moderno e audace, che suggestiona verso una nuova chiave di lettura della realtà della casa.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati