Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Paralimpiadi, Parsons (IPC) tra gli applausi: pace, non guerra e odio

Paralimpiadi, Parsons (IPC) tra gli applausi: pace, non guerra e odio

"Inorridito da cosa succede nel mondo"

PECHINO - "Stasera voglio iniziare con un messaggio di pace. In quanto presidente di un'organizzazione che fa dell'inclusione il suo principio fondante e in cui la diversità è celebrata e le differenze vengono abbracciate, sono inorridito da quanto sta accadendo nel mondo in questo momento. Il ventunesimo secolo è un tempo per il dialogo e per la diplomazia, non per la guerra e l'odio". Lo ha detto il presidente dell'International Paralympic Committee, Andrew Parsons, nel suo discorso durante la cerimonia d'apertura della XIII Paralimpiade invernale allo Stadio nazionale 'Nido d'uccello' di Pechino, accolto da un lungo applauso degli spettatori presenti nell'impianto.

LA TREGUA OLIMPICA - "La Tregua Olimpica per la pace durante i Giochi olimpici e paralimpici è una risoluzione adottata dalle Nazioni Unite per consenso da parte di 193 Stati membri durante la 76esima Assemblea generale dell'Onu. Deve essere rispettata e osservata, non violata- ha sottolineato Parsons- Noi del Comitato Paralimpico Internazionale aspiriamo a un mondo più inclusivo, libero dalla discriminazione, libero dall'odio, libero dall'ignoranza e libero dal conflitto. Qui a Pechino, atleti paralimpici di 46 differenti Nazioni competeranno insieme, e non l'uno contro l'altro: attraverso lo sport mostreranno al mondo l'umanità migliore ed evidenzieranno i valori che dovrebbero sostenere un mondo pacifico e più inclusivo".

L'APPELLO - Stanotte, ha concluso il numero uno dell'IPC, "il movimento paralimpico fa un appello alle autorità mondiali a essere unite, esattamente come fanno i nostri atleti, e a promuovere pace, comprensione e inclusione. Il mondo deve essere un posto di condivisione, non di divisione. Il cambiamento parte dallo sport".

 

FONTE E FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo