Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Per Montenapoleone District la Cina è vicina

Per Montenapoleone District la Cina è vicina

Vengono presentate ufficialmente per la prima volta al MIA Photo Fair

di Giordano D'Angelo

MILANO - Al MIA Photo Fair il 22 marzo in anteprima le due nuove opere d’arte nate dalle performance live di Liu Bolin, invitato da MonteNapoleone District per il suo primo evento celebrativo del Capodanno Cinese. Una occasione per risottolineare quanto il distretto del lusso stia facendo per comprendere e affrontare la rivoluzione in arrivo dalla Cina. Dalla MonteNapoleone VIP Lounge ai sales cultural training, dall’account WeChat, a La Vendemmia a Shanghai le misure per accogliere al meglio i turisti cinesi.

LE OPERE - Vengono presentate ufficialmente per la prima volta al MIA Photo Fair, a Milano dal 22 al 25 marzo, le due nuove opere d’arte nate dalle performance live di Liu Bolin, invitato da MonteNapoleone District - che rappresenta i più prestigiosi Global Luxury Brand al mondo che si trovano nelle vie Montenapoleone, Verri, Sant’Andrea, Santo Spirito, Gesù, Borgospesso e Bagutta - per il suo primo “MonteNapoleone Chinese New Year” ideato per celebrare il Capodanno Cinese. La sua mostra fotografica open air lungo via Montenapoleone “LIU BOLIN. HIDING IN THE FASHION DISTRICTS”, realizzata con il Patrocinio dell’Ambasciata Cinese e del Comune di Milano grazie al supporto di Boxart, la galleria di Verona che rappresenta Bolin in Italia, si era conclusa con un evento nel Museo della Pietà Rondanini di Michelangelo all’interno del Castello Sforzesco lo scorso 11 febbraio.

LA PERFORMANCE - Nella performance milanese l’artista cinese, conosciuto anche come The Invisible Man, si era confrontato con il genio della scultura rinascimentale Michelangelo, mimetizzandosi con l’ultimo dei capolavori del maestro toscano, la Pietà Rondanini, mentre a Roma era “scomparso” tra i capolavori pittorici della Galleria Borghese. Combinando tecniche differenti, dalla performance alla fotografia, nelle sue installazioni Liu Bolin, nato a Shandong nel 1973, si mimetizza, attraverso un accurato processo di body painting, con l’ambiente per analizzare la tensione che esiste tra l'individuo e la società.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati