Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Pili: «Utilizzare finanziamenti UE per transizione energetica in Sardegna»

Pili: «Utilizzare finanziamenti UE per transizione energetica in Sardegna»

L’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili, nell’ambito delle attività di ‘Agenda Industria’

di Alessia Salmoni

CAGLIARI - L’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili, nell’ambito delle attività di Agenda Industria, al quale hanno partecipato i rappresentanti delle aziende Enel, Eni Rewind, Eph, Saras, Snam e Terna, ha detto: «Attraverso il dialogo coi maggiori player industriali presenti nell’Isola, intendiamo strutturare una progettazione di sistema che contribuisca in maniera efficace ad una transizione energetica equa e sostenibile per la Sardegna».

IL COMMENTO - «Il confronto tra pubblico e privato è fondamentale per individuare la strategia più funzionale allo sviluppo industriale della Sardegna – ha aggiunto l’assessore Pili – Soprattutto nel campo dell’energia vogliamo condividere un percorso che sia in grado di intercettare le opportunità offerte dai finanziamenti europei. Dopo il prossimo e ultimo incontro (venerdì 26 febbraio), saranno organizzati incontri individuali con le aziende ed infine un tavolo conclusivo per definire la sintesi delle proposte scaturite durante gli incontri».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati