Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Primavera a Tenuta Venissa e a Casa Burano

Primavera a Tenuta Venissa e a Casa Burano

In piena tranquillità e lontano da intensi flussi turistici, il Wine Resort di Mazzorbo

di Martina Turco

VENEZIA - Un caleidoscopio di intense sensazioni e di colori, lontani dal “rumore” dei flussi turistici più intensi di Venezia, da vivere in un microcosmo lagunare dove natura, cultura, tradizioni e sapori si fondono in un unicum armonico. Mazzorbo e Burano, vere e proprie “isole” di tranquillità, sono unite in un articolato progetto di hospitality a 360° nato nel 2007 dall’idea visionaria di Gianluca Bisol che, dopo aver salvato gli ultimi vitigni autoctoni di uva Dorona, che alligna ora in un’esclusiva vigna murata a Mazzorbo, aprì agli ospiti la Tenuta Venissa, oggi interamente affidata al figlio Matteo Bisol.

RISTORANTE - Qui, accanto al Ristorante stellato e all’Osteria Contemporanea, si può disporre di cinque camere nel Wine Resort, ideali per una vacanza gourmet di altissimo livello. E, inoltre, contare pure sulle sistemazioni di Casa Burano by Venissa, il primo albergo diffuso di Venezia, nelle tipiche casette variopinte che si affacciano lungo i canali della laguna, un tempo abitate da pescatori (ci sono ancora e a tutt’oggi pescano ogni giorno… ma non solo, insieme a loro su un bragozzo è possibile scoprire angoli nascosti che solo loro conoscono) ma anche dalle merlettaie, la cui arte è tuttora apprezzata. Tante opportunità uniche per cogliere il coté più autentico della Venezia nativa, qui dove il fascino lo creano proprio i buranelli, gli abitanti dell’isola e una diversa prospettiva di vivere la laguna. Altra attività autoctona è la voga, una tradizione che si pratica quotidianamente e con orgoglio, perché qui è anche uno stile di vita.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati