Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Privacy gourmet al Dolomiti Wellness Hotel Fanes

Privacy gourmet al Dolomiti Wellness Hotel Fanes

Rinnovata l’antica Stube, nucleo storico del Dolomiti Wellness Hotel Fanes di San Cassiano

di Bianca Franchi

BOLZANO – Al Dolomiti Wellness Hotel Fanes l’esperienza gastronomica di alto livello ha un ruolo centrale. Sono tre le sale ristorante del 5 stelle di San Cassiano, fra cui la storica Stube “Murin”, ricavata nella parte più antica della struttura, risalente al Cinquecento. Il rinnovamento di questa saletta esclusiva corona un progetto che nell’estate 2020 ha accolto gli ospiti del Dolomiti Wellness Hotel Fanes con molte novità: reception e miniclub sono rinnovati negli spazi e nel design, con elementi in legno che richiamano lo stile alpino abbracciando anche una linea moderna; la nuova piscina interna completa il rinnovamento totale dell’offerta wellness di questo paradiso dell’ospitalità in Alta Badia.

LA STUBE - Un tempo la stube era il cuore del maso, l’unica stanza riscaldata della casa e perciò la parte più accogliente, dove la famiglia si riuniva a tavola e nelle lunghe serate invernali. La sala “Murin” del Dolomiti Wellness Hotel Fanes conserva ancora oggi questa atmosfera ospitale, offrendo agli ospiti un ambiente intimo dove riecheggia la lunga tradizione: al di sopra dell’originario uscio l’iscrizione “1560” ricorda l’anno a cui risale la struttura su cui si è sviluppato quello che oggi è il lussuoso hotel 5 stelle circondato dalle Dolomiti. In questo scrigno alpino di benessere e savoir vivre, la tradizione è un elemento onnipresente grazie alla collezione di opere d’arte e artigianato locale d’epoca ed è valorizzata dal design moderno ma rispettoso, in cui il legno ha un’importanza centrale. È questa fedeltà alla propria storia che rende il Dolomiti Wellness Hotel Fanes così accogliente, perché autentico. Nella sala ristorante privé l’atmosfera è particolarmente magica, perfetta per un momento di intimità romantica o anche per una cena in famiglia in un’occasione speciale.

L’AMBIENTE - All’ambiente di lusso si unisce la cucina genuina di alto livello dello Chef Claudio De Marc, che nei suoi piatti valorizza le materie prime del territorio rivisitando la ricca tradizione gastronomica altoatesina. Un buon piatto non può che essere accompagnato da un’etichetta pregiata della fornita cantina vini dell’hotel, che custodisce una collezione di vini pregiati provenienti dalle migliori zone di produzione italiane. Il modo migliore per scegliere la bottiglia con cui accompagnare la serata è visitare personalmente la Cantina, un ambiente magico posto proprio sotto la sala ‘Murin, al quale si accede percorrendo un corridoio arredato con antiche botti e illuminato da candele.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati