Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Rave Clandestino di musica Classica allo SpinTime di Roma

Dodici ore di musica classica acustica e biologica, per trenta concerti di altissima qualità

di Valerio Cruciani

ROMA - Notturna, clandestina e classica è la notte fra il 30 aprile ed il 1° maggio. La seconda edizione di un evento unico e di grande richiamo: dodici ore di musica classica acustica e biologica, per trenta concerti di altissima qualita’ suonati dal vivo da oltre cento professionisti: orchestre, gruppi da camera, solisti, cantanti lirici di ogni età e nazionalità.

MELOZZI - Il Rave Clandestino di Musica Classica è creazione del M° Enrico Melozzi e dell’Orchestra Notturna Clandestina che ha fondato e dirige dal 2016, degli anni di prove nei luoghi inusuali ed occupati della capitale rigorosamente al calar del sole, dell’esigenza di liberarsi dalle convenzioni dell’accademia, per saldare il legame tra musica e vita reale e recuperarla come bene collettivo da divulgare.

LA MARATONA - La folle maratona prevede una buona metà dedicata a Mozart, dalla sinfonia nm 25 al finale del Don Giovanni fino al sequel composto da Melozzi stesso, dal titolo Don Giovanni all’Inferno, presentato in anteprima mondiale. 

SOLIMMA - Attesissimo, per il secondo anno, il palermitano Giovanni Sollima, virtuoso del violoncello, padrino della manifestazione ed ospite d’onore insieme al pianista Giuseppe Andaloro, classe 1982, uno fra i più apprezzati in Italia e all’estero. Presente anche Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell'Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia e Sauro Berti, clarinetto basso dell'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma. Novità, la sonata della Sinfonia nm 40 con l'aggiunta di ottoni, timpani, mandolino e tamburi africani.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid-19: siete preoccupati per una possibile seconda ondata del virus in Italia?

Risultati