Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Regionali, in Sicilia candidature primarie centrosinistra entro 30 giugno

Regionali, in Sicilia candidature primarie centrosinistra entro 30 giugno

Il voto, comunque previa registrazione, si potrà esplicitare sia da remoto che in uno dei 32 punti fisici dislocati in Sicilia

ROMA - Candidature entro il 30 giugno per le primarie del fronte progressista in Sicilia, in vista delle elezioni regionali d'autunno. Il regolamento è stato presentato oggi all'Ars. Il voto è previsto per il 23 luglio. Per votare ci si potrà registrare già dai prossimi giorni sulla piattaforma informatica con documento di identità. Potranno votare anche i 16enni residenti in Sicilia. Il voto, comunque previa registrazione, si potrà esplicitare sia da remoto che in uno dei 32 punti fisici dislocati in Sicilia. Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti Claudio Fava (Centopassi), Anthony Barbagallo (Pd), Nuccio Di Paola (M5s), Pippo Zappulla (Articolo 1), Manuela Parrocchia e Pierpaolo Montalto (Sinistra italiana), Nino Oddo (Partito Socialista), Mauro Mangano e Antonella Ingianni (Europa Verde). I partecipanti all'incontro con la stampa hanno sottolineato "il carattere aperto ed inclusivo del regolamento e della coalizione".

 

FONTE e FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo