Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Renon: in famiglia senza pensieri

Renon: in famiglia senza pensieri

Manca poco all’inizio della stagione estiva sull’altipiano a due passi da Bolzano

di Valerio Cruciani

BOLZANO – In questi giorni fervono i preparativi sull’altipiano del Renon, l’angolo di natura alpina che sovrasta la città Bolzano: dopo lo stop causato dalla pandemia, gli alberghi e le altre strutture ricettive si sono preparati per garantire ai propri ospiti vacanze serene e sicure, senza tuttavia rinunciare al calore dell’ospitalità altoatesina.

LA NATURA - Il resto, da queste parti, lo fa la natura: sull’Altipiano del Renon gli spazi sono ampi, le pinete sono fitte e silenziose, le attività open air sono le indiscusse protagoniste e i chilometri di sentieri così tanti che il rischio “sovraffollamento” è pari a zero. La differenza, rispetto ad altre destinazioni sull’arco alpino, sta nel ventaglio di proposte pensate per le famiglie: la novità di quest’anno è il “Mondo favoloso di Toni”, una sorta di parco giochi didattico d’alta quota, ispirato all’aquila soprannominata “Toni” e realizzato nell’area del Corno del Renon, la vetta che domina l’altipiano con la sua altezza di 2.260 metri. Arrivarci è facile: basta salire a bordo della cabinovia (con partenza da Pemmern) per raggiungere in pochi minuti Cima Lago Nero (2.070 metri). Lì inizia il percorso, di circa 3 km, dove i più piccoli potranno leggere le favole scritte in un grandissimo libro-installazione, giocare in una sorta di nido-labirinto, giocare sulle rive di un magico laghetto, arrampicarsi su una gigantesca aquila (finta) e scoprire il bello dei giochi all’aria aperta.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati